Valdinferno Skyrace: il paradiso per Fulvio Fazio e Marina Plavan - Garessio (CN)

Di GIANCARLO COSTA ,

01 La discesa di Fulvio Fazio vincitore della Valdinferno Skyrace
01 La discesa di Fulvio Fazio vincitore della Valdinferno Skyrace

Il nome richiama alla mente scenari danteschi e sicuramente questo doveva aver pensato Napoleone quando, con il suo esercito, passò da queste parti, almeno così racconta la leggenda popolare. Valdinferno è una frazione di Garessio a 1200 metri di quota, ai piedi dell'Antoroto, la montagna che più di tutte richiama lo sguardo dei garessini appassionati di montagna. E tanta passione, amicizia e organizzazione sono alla base del comitato organizzatore, composto dallo Sci Club Garessio, dal Soccorso Alpino, dal CAI sezione di Garessio e dalla Proloco, che riescono a far vivere due eventi come il trofeo Alta Val Tanaro di scialpinismo e la corsa in montagna Valdinferno Skyrace, un fiore all'occhiello per la Val Tanaro.

Un percorso impegnativo di 14 km e 1400 metri di dislivello, fa compiere una bel giro, partendo nei pressi  della chiesa di Valdinferno, salendo tra le case della frazione, passando per il rifugio Savona, una piccola discesa per affrontare la cresta dell'Antoroto (2144 metri di quota), sia in salita che in discesa, risalire sul Monte Grosso, per scendere verso il monte Mussiglione, poi il Monte Berlino ed il ritorno al rifugio Savona. Da qui al traguardo si ripercorreva il tracciato di salita al contrario.

Profeta in patria, anzi su prati e sentieri di casa, Fulvio Fazio. Per lui, anima del comitato organizzatore, una doppietta, visto che lo scorso inverno ha vinto anche la gara di scialpinismo, il già citato Trofeo Alta Val Tanaro. Grande prestazione la sua che gli assegna il gradino più alto di un podio assai titolato. Fulvio Fazio, che tra l'altro è campione piemontese di scialpinismo vince in 1:30'25", dopo una bella lotta a tre in salita con Giovanni Gerbotto e Danilo Lantermino. Poi dalla vetta dell'Antoroto al traguardo, Fazio ha fatto valere le sue doti di discesista e ha fatto il vuoto per un trionfo che lo riempe d'orgoglio di fronte ai suoi tifosi. Lotta serrata decisa nel finale per gli altri due gradini del podio con Danilo Lantermino (vice-campione italiano di corsa in montagna a staffetta con il Val Varaita) che la spunta in 1:37'03" su Giovanni Gerbotto (per lui titolo mondiale master di sci di fondo in febbraio) terzo in 1:37'38".  

Quarto posto per Claudio Odasso, dopo una grande rimonta in discesa, in 1:42'05", quinto Stefano Carbone in 1:42'38", sesto Alberto Fazio in 1:43'47", settimo Gianfranco Lantermino in 1:44'12", ottavo Diego Civallero in 1:44'22", nono Giancarlo Costa in 1:46'24" e decimo Massimo Becotto in 1:47'09".

Nella gara femminile cavalcata solitaria per Marina Plavan che s'aggiudica la gara in 1:51'17" su Sonia Balbis seconda in 2:00'38", Daniela Biga terza in 2:05'38", Elena Tornatore quarta in 2:08'50" e Morena Alimonti quinta in 2:13'16".

Tanti bambini alla miniskyrace e tanta gente nella festa serale, con cena e concerto fino a notte inoltrata dei Madrenera che hanno interpretato tanti successi di Fabrizio De Andrè, anche le stelle stavano ad ascoltare...

In allegato la classifica completa.

A breve la galleria fotografica dell'evento.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti