Val Gardena Groden Vertical Up: sulla Saslong vincono Philip Götsch e Susanne Mayer

Di GIANCARLO COSTA ,

Il palcoscenico della Saslong Vertical Up (foto fb Vertical Up)
Il palcoscenico della Saslong Vertical Up (foto fb Vertical Up)

Prende sempre più piede il circuito “Vertical Up” gare di sola salita sulle piste da sci più famose del mondo. La particolarità di queste gara sono le regole, che non esistono. Vince chi arriva prima in cima alla pista, con qualsiasi attrezzo, scarpe da corsa, parmponcini, racchette da neve o sci.
La pista di questa prova disputata in Val Gardena sabato era la Saslong, 3,446 km e 839 metri di dislivello.

Nella gara maschile vittoria dello specialista dei Vertical Philip Götsch del Bogn da Nia, che s’impone in 29’23”, superando Hannes Perkmann 2° in 30’45” e Patrick Facchini 3° in 30’46”, quindi 4° lo svizzero Martin Anthamatten e 5° e quinto l’austriaco Dominik Salcher.

Nella gara femminile successo di Susanne Mair in 38’20” davanti all’austriaca Verena Krenslehner-Schmid 2a in 38’26”, la svizzera Victoria Kreuzer 3a in 38’43”, quindi Annelise Felderer 4a e Beatrice Deflorian 5a.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti