Urban Zemmer il più veloce di sempre sui 1000 metri di dislivello del Km Verticale di Fully (SVI), vittoria femminile a Christelle Dewalle

Di GIANCARLO COSTA ,

Rossi, De Florian, Dondio, Golinelli, Moletto e Zemmer sulla pendenza di Fully (foto account FB Massimo Dondio)
Rossi, De Florian, Dondio, Golinelli, Moletto e Zemmer sulla pendenza di Fully (foto account FB Massimo Dondio)

I numeri sono da capogiro per il Km Verticale di Fully in Svizzera nei pressi di Martigny: 1000 metri di dislivello per 1900 metri di lunghezza, 617 i corridori al traguardo, 29 minuti e 42 secondi il tempo del vincitore Urban Zemmer, altoatesino di Castelrotto, che difende i colori del Team Bogn da Nia/La Sportiva, qui vincitore nel 2012 e nel 2013. Parlare di record del mondo è azzardato, per la questione tecnica che i percorsi di montagna sono tutti diversi uno dall'altro, qui si usano i bastoncini e in altri Vertical no, persino in maratona si parla di miglior prestazione mondiale e non di record, tuttavia nessuno aveva mai corso un dislivello di 1000 metri in meno di mezz'ora. E alle sue spalle si piazza 2° un altro formidabile scalatore azzurro, Nicola Golinelli in 30'25”. Terza piazza per giovanissimo svizzero Rimi Bonnet in 30'44”, con il cuneese Marco Moletto 4° in 30'56”, Martin Anthammanten 5° in 31'46”, Andrea Steindel 6° in 31'53”, Nicola Pedergnana 7° in 31'57”, Werner Marti 8° in 32'04”, Kevin Arrandel 9° in 32'04”, 10° Jean-François Philot in 32'10” e l'azzurro di corsa in montagna Xavier Chevrier 13° in 33'32”.

Formidabile anche la prestazione della francese Christel Dewalle che vince la gara femminile in 34'44”, stabilendo il nuovo record della gara e la miglior prestazione mondiale al femminile (vale anche per lei il discorso fatto per Zemmer). Alle sue spalle grande prestazione dell'azzurra Francesca Rossi seconda in 36'04”, terza la svizzera Viktoria Kreuzer in 36'39”, quarta Axelle Mollaret in 38'25” e quinta la junior valdostana Helene Joelle Vicari in 39'06”.

In allegato la classifica completa

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti