Tutto pronto a Saluzzo per il Campionato Italiano di Corsa in Montagna di domenica 10 giugno

Di GIANCARLO COSTA ,

La presentazione del Campionato Italiano Corsa in Montagna Saluzzo (foto fidal piemonte)
La presentazione del Campionato Italiano Corsa in Montagna Saluzzo (foto fidal piemonte)

Una Saluzzo ammantata di tricolore è pronta ad ospitare la prima prova del Campionato Italiano di Corsa in Montagna. Domenica 10 giugno sarà una prima assoluta: un campionato italiano di corsa in montagna che si correrà nel centro cittadino. Il percorso infatti si snoderà nelle vie centrali del comune cuneese e nella collina che lo circonda anche in questo caso con un’altra particolarità: si passerà non solo attraverso aree verdi pubbliche, ma anche all’interno di parchi e giardini privati che i residenti hanno aperto alla manifestazione con grande disponibilità e spirito di collaborazione.
Saluzzo, città capitale di un antico Marchesato che dal 1140 al 1548 dominò il Piemonte Sud - occidentale fino a ritagliarsi un posto di prestigio fra i grandi regni europei, offrirà quindi agli atleti e agli spettatori dell’evento tricolore tutte le proprie ricchezze storiche. Il tracciato di gara infatti toccherà i luoghi simbolo come la Castiglia, residenza dei Marchesi e poi adibita a casa penale, che verrà attraversata dagli atleti; l’Antico Palazzo Comunale e la Torre Civica, la casa-museo di Silvio Pellico che qui nacque nel 1789 e vi trascorse i primi anni di infanzia.

Dal punto di vista tecnico, un percorso cittadino ma che non per questo è meno duro, anzi. A provarlo sono stati gli atleti di casa: i gemelli Bernard e Martin Dematteis, originari della Valle Varaita e che in queste valli già conquistarono un tricolore nel 2014, a Oncino, campionato organizzato, allora come oggi, dall’Atl. Saluzzo capitanata da Giovanni Bonardo, il cui sogno, ora realtà, di portare l’appuntamento tricolore nella città capoluogo del marchionato nacque proprio allora. Nella conferenza stampa ufficiale di presentazione dell’evento, nella quale i Dematteis hanno ricevuto dall’allora sindaco di Oncino, Piero Abburrà, un libro celebrativo del campionato del 2014, Bernard non ha esitato a definire il percorso di domenica “un tracciato duro, spaccagambe, da montagna vera. Sono sicuro che sarà impegnativo per tutti”. La prova di Saluzzo sarà salita e discesa e, come ha ricordato in conferenza il responsabile tecnico nazionale della corsa in montagna Paolo Germanetto, rappresenterà, dopo i tricolori di staffetta ad Arco di Trento, tappa decisiva di selezione per i Campionati Europei di Skopjie (Macedonia) del prossimo 1 luglio. Ecco quindi naturale attendersi tutti i principali protagonisti nazionali della corsa in montagna pronti a sfidarsi per la maglia azzurra nelle vie del centro storico saluzzese.

Presso la sala tematica dell’Ex Caserma Mario Musso ieri sono poi intervenuti il Vicesindaco e Assessore allo Sport di Saluzzo Franco Demaria, il Presidente del Parco del Monviso Gianfranco Marengo, il presidente dell’ATL Mauro Bernardi, la provincia di Cuneo rappresentata da Milva Rinaudo, tutti entusiasti di ospitare l’evento tricolore in un’ottica di promozione del territorio. A rappresentare la FIDAL la Presidente FIDAL Piemonte Rosa Maria Boaglio e il Vicepresidente Vicario Graziano Giordanengo che domenica sarà anche in gara tra i master.

Iscrizioni aperte sino a giovedì ma tra gli iscritti possiamo già segnalare nomi di primo piano del panorama nazionale e internazionale della corsa in montagna: oltre ai gemelli Bernard e Martin Dematteis (Corrintime) ci saranno le campionesse italiane di staffetta Samantha Galassi e Alice Gaggi (La Recastello Radici Group) ma anche le portacolori dell’Atl. Alta Valtellina Elisa Desco e Valentina Belotti. Curiosità poi nel vedere impegnata nella corsa in montagna la maratoneta azzurra Emma Quaglia (Cambiaso Risso) 14ma individuale e oro a squadre agli Europei di Zurigo 2014, e la ex marciatrice azzurra Rossella Giordano (ASD Brancaleone): nel suo palmares un quinto posto alle Olimpiadi di Atlanta del 1996 sui 10km, due sesti posti ai Mondiali di Goteborg (1995) e Parigi (2003) e tre argenti alle Universiadi (Fukuoka 1995 – Catania 1997 – Palma di Maiorca 1999).
Appuntamento sabato 9 giugno alle ore 18.00 in Piazza Cavour nell’area village per la consegna dei pettorali. Prima gara a prendere il via domenica alle ore 8.50 da Corso Italia quella degli Juniores maschili su percorso di 6,5km; a seguire alle ore 9.00 juniores femminili e master maschili e femminili (5,4km), promesse e senior femminili alle ore 10.00 (11,8km) e, per finire, alle ore 11.00 promesse e senior maschili (11,8km). L’arrivo per tutte le categorie è nella centrale Piazza Cavour.

Fonte fidal piemonte

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti