Trofeo Valli Bergamasche: nono successo per i padroni di casa

Di GIANCARLO COSTA ,

Atletica Valli Bergamasche Leffe (foto Marco Gulberti)
Atletica Valli Bergamasche Leffe (foto Marco Gulberti)

A Leffe (BG) gli Orange di Privato Pezzoli, al secolo l’Atletica Valli Bergamasche Leffe, si portano a casa per il nono anno consecutivo il Trofeo Valli Bergamasche. Secondo piazzamento per una Atletica Valle Brembana che tenta di far saltare il banco: completa il podio la sorpresa di giornata del Team Tornado. Nella gara femminile assolo di Elisa Sortini davanti a Gaia Colli e Valentina Belotti.

Scaldati i motori e lucidate le scarpette è definitivamente iniziata la stagione 2019 della Corsa in Montagna italiana e come da tradizione è il Monte Beio della storica Leffe, luogo di nascita della nazionale italiana ad ospitare il primo atto di quella che sarà una lunghissima ed avvincente stagione. Fin dalle prime battute di gara è duello tra gli “orange” di Luca Cagnati e l’Atletica Valle Brembana con Nadir Cavagna. Tutto segue il copione: Cavagna consegna le sorti della gara al compagno Matteo Bonzi chiudendo in 32:42 (miglior crono di giornata) con 30” di vantaggio su Cagnati (33:12) che passa il testimone ad Alessandro Rambaldini. Molto bene fin dall’inizio anche il Team Tornado: Gabriele Bacchion chiude la sua frazione in 33:22, terzo davanti a Bernard Dematteis (Corrintime). La sfida continua con il sorpasso di Rambaldini che chiude la seconda frazione in 33’53” davanti al coraggioso Bonzi (34:56) che cerca di ridurre al minimo il distacco dalle Valli sperando nella terza frazione del compagno Francesco Puppi.

Rientro fortunato e premiato quello del valdostano Xavier Chevrier che dopo un lungo periodo di infortunio si ripresenta a Leffe per aiutare la sua squadra a confermarsi ancora una volta sul più alto gradino del podio. E si conclude così la sfida del XVI Trofeo Valli Bergamasche, il “fenicottero” Chevrier (33:32) porta gli orange alla nona vittoria consecutiva. Tempo complessivo dei tre giri da poco più di 8km: 1h40:38. Secondo posto per l’Atletica Valle Brembana in 1h41:14 e terzo grazie alle frazioni dei fratelli Italo e Roberto Cassol il Team Tornado con il crono di 1h43:25. Quarti classificati i nero-verdi della Recastello Radici Group (Piana-Ruga-Della Torre) che si aggiudicano anche la classifica per società, quinta la bresciana Corrintime (con Bernard e Martin Dematteis e Cristini). Ultima frazione velocissima per Martin Dematteis che chiude in 33:12 terzo miglior tempo di giornata tra tutte le frazioni.

Al femminile è vittoria di Elisa Sortini (Atl. Alta Valtellina) che distacca la sfidante Gaia Colli, che aveva provato nelle prime battute di gara a stare con la vincitrice che però ha la meglio e conclude la gara in 38:05. Secondo posto quindi per Colli (39:59) seguita da Valentina Belotti (40:34) e vicinissima al podio Elisa Compagnoni (40’54”) che precede Galassi e Gelmi.

Fonte fidal lombardia

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti