Trofeo Città Metropolitana di Palermo: vittorie di Lucio Cimò e Chiara Immesi

Di GIANCARLO COSTA ,

Gruppo di testa Trofeo Città Metropolitana di Palermo (foto organizzazione)
Gruppo di testa Trofeo Città Metropolitana di Palermo (foto organizzazione)

Parla Universitas la 2a edizione del Trofeo Città Metropolitana di Palermo che si è disputato domenica 2 settembre nel capoluogo siciliano. A vincere, infatti, sono stati Lucio Cimò e Chiara Immesi entrambi alfieri della società palermitana del presidente Ino Gagliardi. Percorso omologato, quattro giri per un totale di dieci chilometri, lungo l’asse di via Libertà con partenza e arrivo all’altezza di piazza Mordini e passaggio davanti al teatro Politeama. Superlativa la prova di Cimò, recente vincitore alla Mezzanotte Running e a Scillato, che ha imposto subito il proprio ritmo, sgranando il gruppetto di testa già dopo il primo giro. A resistergli il solo Vito Massimo Catania (Universitas Palermo) che metro dopo metro però ha perso lo smalto iniziale, lasciandosi superare sul filo di lana dal giovanissimo Dario Longo (Amatori Regalbuto) suo allievo. Quarta piazza per la Fabrizio Vallone recente oro nei 10.000 su pista agli Inas Summer Games di Parigi, vero e proprio campionato europeo riservato ad atleti con disagio intellettivo e relazionale. Quinto Lorenzo Abbate (Universitas Palermo). Solo settimo Hamad Bibi che ha pagato un lungo periodo di fermo.

Ha dovuto sudare e non poco invece Chiara Immesi (Universitas Palermo); la favorita della vigilia, in testa sin dallo start, è stata costretta a rintuzzare il ritorno della compagna di squadra Maria Grazia Bilello brava a rosicchiarle metro dopo metro ma che non è riuscita nell’impresa di raggiungere la più quotata avversaria che l’ha preceduta di appena otto secondi. L’abbraccio a fine gara tra le due, la dice lunga sul clima di rispetto e sportività tra le ragazze. Terzo posto per la regolarissima Luana Russo (Marathon Club Sciacca), a ruota una coppia tutta Trinacria Palermo composta da Rosaria Patti e Liliana Canzoneri. Nei tre giri, per i meno giovani, a tagliare per primi il traguardo sono stati Vilmo Luciani (Marathon Athletic Avola) e Maria Clara Minagra (Trinascria Palermo).Sebastiano Caldarella e Francesco De Trovato sono stati primi nelle categorie over 80 e 85. A fare da apripista alla manifestazione i più giovani con protagonisti Gioele Nunnari (ASCD Ambrosiana) negli esordienti A e Agnese Russo tra gli esordienti C.

Nella categoria Junior affermazione per Bah Mamadou Moustapha dell’ASD Torrebianca. La gara, ottimamente organizzata dall’Universitas Palermo, è stata valida come 11a prova del Grand Prix regionale di corsa su strada e ottava del GP provinciale di Palermo. Oltre 400 gli atleti che hanno tagliato il traguardo, in rappresentanza di tutte e nove le province siciliane. Prossimo appuntamento con il GP regionale domenica prossima a Messina con la terza edizione del Memorial Cacopardi. Per quanto riguarda il GP provinciale chiusura il 15 settembre a Montemaggiore Belsito con lo storico Trofeo del SS. Crocifisso.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti