Trail del Viandante: successi di Mirko Pedroli e Lucia Colciago

Di GIANCARLO COSTA ,

Il vincitore del Trail del Viandante Mirko Pedroli (foto Bergamaschi)
Il vincitore del Trail del Viandante Mirko Pedroli (foto Bergamaschi)

Standing ovation per il tenace Mirko Pedroli che sul finale di gara mette la freccia e incide il proprio nome nell’albo d’oro del Trail del Viandante. Gara decisa negli ultimi chilometri anche il femminile con il successo di Lucia Colciago.

Quinta edizione e nuovo format per il trail del Viandante 2018. Due tracciati tutti vista lago per un evento ora lecchese a tutti gli effetti. Una gara destinata a crescere visti i consensi unanimi raccolti dal comitato organizzatore. Oltre alla gara principe da 28km (1380m D+) anche un mini trail scopo benefico da 7km.

Da Bellano oltre 500 atleti da 8 differenti nazioni hanno indossato il “race number” per una gara 100% “vista lago”. Runner provenienti da Spagna, Gran Bretagna, Francia, Germania, Filippine, Giappone, Belgio e Gambia hanno potuto vivere una bella domenica di sport che li ha visti passare in prossimità del celebre Orrido di Bellano e del Santuario di Lezzeno. Non solo, una menzione d’obbligo la meritano anche l’abitato di Castello, la suggestiva frazione di Corenno Plinio, i borghi di San Rocco, Fontanedo, la pittoresca Baia di Piona e il Montecchio Sud.

Pronti, via e gli atleti di casa Michele Penone e Carlo Barilani hanno provato a fare la differenza. In scia ai due fuggitivi si sono portati Daniele Bertolini, Mirco Pedroli, Oscar Paniga e Davide Maggi.

La gara si è decisa sui saliscendi finali, quando il tenace Mirko Pedroli ha messo la freccia e tagliato in solitaria il traguardo in 2h22’06”. Sul red carpet di lungolago a Colico tanti applausi anche per Michele Penone, secondo in 2h22’27” e Daniele Bertolini 3° in 2h25’11”. Nella top ten di giornata da segnalare Oscar Paniga, Davide Maggi, Roberto Terraneo, Johnny Bagiotti, Luca Bonetti, Manuel Sella e Paolo Milani.

Nella gara in rosa, primi chilometri con una sola donna al comando, la bergamasca Elena Salvi. La mammina volante orobica ha subito imposto il proprio ritmo alle dirette avversarie, pagando sul finale le alte temperature di questa ultima domenica di maggio. Prima la traguardo di Colico Luciano Colciago in 3h00’28”. Seconda la vincitrice 2017 Sara Taiocchi in 3h05’36”, mentre terza si è piazzata Marta Frittoli in 3h05’52”. Bene pure Elena Salvi 4ª e Elisabetta Bertolas 5ª.

Agonismo, giovani talenti e genitori con figli al seguito tra gli oltre 300 di gara corta. Qui un bel tracciato tutto all’interno del comune di Colico ha visto brillare le giovani stelle del Santi Nuova Olonio Daniele Molatore e Greta Contessa. Sul podio con loro sono saliti anche Diego Rossi, Giovanni Zugnoni e Giorgia Fascendini e Manuela Pedrana.

Da ricordare che in vero “Santi Style” parte del ricavato di questa seconda prova sarà devoluta alla Auser di Colico.

Fonte press office sportdimontagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti