Tour Trail Valle d’Aosta: il 14 marzo inizia con il Castle’s Trail di Verrès

Di GIANCARLO COSTA ,

Dennis Brunod vincitore del Castle's Trail (foto organizzazione)
Dennis Brunod vincitore del Castle's Trail (foto organizzazione)

I trailer sono già in piena attività, corrono e si allenano sui sentieri della Bassa Valle, aspettando i primi appuntamenti della stagione. Manca ormai meno di un mese al via del Tour Trail Valle d’Aosta che si aprirà con la quarta edizione del Castle’s Trail di Verrès (14 marzo), presentato mercoledì alla stampa.
La prima gara della stagione non presenta grandi difficoltà e si snoda su sentieri ideali anche per chi non è ancora troppo allenato. Da sempre la 23 chilometri (1530 metri D+) di apertura fa registrare il tutto esaurito, tanto che gli organizzatori hanno deciso di ritoccare ancora una volta la quota massima di iscritti. Il 14 marzo saranno messi a disposizione 100 pettorali in più rispetto al passato, arrivando così a 500 pettorali totali.
Il percorso, che unisce le Amministrazioni comunali di Verrès, Montjovet e Challand-Saint-Victor, si presenta con qualche piccola modifica che regalerà anche un passaggio sui ponti romani di Challand-Saint-Victor, rendendo ancora più spettacolare una gara facile da seguire per gli accompagnatori.
Sono oltre 150 le iscrizioni già pervenute e tra queste anche quelle di Dennis Brunod, Oliviero Bosatelli e Lisa Borzani, con interessamento anche da parte di Franco Collé che deciderà più avanti in base ai suoi programmi. Quota di iscrizione di 20 euro fino al 7 marzo, poi aumento di 5 euro. Tutti i concorrenti riceveranno un pacco gara con sacca e maglietta personalizzata, crema recupero post-gara e buono pasto. All’interno della confermata area espositiva ci sarà anche la possibilità di prendere le e-bike (prestito gratuito) per seguire da vicino la prima gara del Tour Trail Valle d’Aosta. Venerdì 13 marzo, alle 20,30 (The Studio), è in programma un incontro sulle nuove strategie di allenamento al trail, curato dal preparatore atletico Piero Cassius.

Alessandro Giovenzi, Sindaco di Verrès: «Proviamo ad alzare l’asticella aumentando il numero dei pettorali. Per noi è comunque già una sfida vinta perché da quando è nata questa gara diverse persone del paese hanno iniziato a fare sport e a correre».
Michel Savin, Sindaco di Challand-Saint-Victor: «È molto bello collaborare con le altre amministrazioni per sviluppare eventi e promuovere i nostri sentieri. Da quando è nato il Castle’s trail i passaggi sono aumentati un po’ in tutte le stagioni».
Jean-Christophe Nigra, Sindaco di Montjovet: «Le persone hanno voglia di camminare, rispetto al passato i nostri sentieri sono molto più puliti. È una scommessa vinta, dobbiamo andare avanti perché le cose belle non devono essere stravolte o interrotte»

Fonte acmediapress

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti