The Electric Trail a Pont Saint Martin (AO): Dennis Brunod e Sonia Glarey dominano sui 42 km, Maurizio Fenaroli ed Elisa Arvat sui 18 km

Di GIANCARLO COSTA ,

The Electric Trail - Dennis Brunod e Nicolas Pianet al comando (foto Busso)
The Electric Trail - Dennis Brunod e Nicolas Pianet al comando (foto Busso)

L'edizione 2015 dell'Electric Trail è stata messa a dura prova dalle condizioni meteo, freddo pioggia e qualche fiocco di neve in alto, nonostante l'inizio della stagione primaverile. Comunque niente poteva scoraggiare i 468 trailer giunti al traguardo (165 sui 42 km e 3600 metri di dislivello, 303 sui 18 km e 1335 metri di dislivello) su un percorso impegnativo con il fondo asciutto, figuriamoci con le pietre rese viscide dalla pioggia e dall'umidità. Comunque la macchina organizzativa dell'Elettric Trail ha funzionato a dovere, il resto l'hanno fatto le gambe, le caviglie e la testa dei corridori impegnati sui sentieri della bassa Valle d'Aosta.

Il più veloce di tutti sulla 42 km è stato il vincitore dell'anno scorso, Dennis Brunod che bissa il successo in 5h09'57', davanti al francese Nicolas Pianet 2° in 5h12'37”, 3° il connazionale Yan Balducchelli in 5h43'07, che per 3 secondi relega giù dal podio il rientrante Giuliano Cavallo, che dopo un lungo stop per infortunio sembra aver ritrovato efficienza fisica e stimoli per gareggiare. Completano la top ten il ceco Petr Vysmek 5°, Bruno Brunod 6°, Nevio Ronco 7°, Roberto Paoloni 8°, Diego Fumagalli 9° e Fulvio Bertodo 10°.

Prima donna al traguardo e 11a assoluta la vincitrice 2014 Sonia Glarey in 6h31'11”, con Helen Blatter seconda in7h06'05”, Cecilia Mora terza in 7h15'50”, Patrizia Pensa quarta in 7h17'36” e Iva Borgesio quinta in 7h21'06”.

Sui 18 km vittoria di Maurizio Fenaroli in 1h55'23”, seguito da Angelo Busi 2° in 1h57'55”, Massimiliano Corti 3° in 2h00'50”, Nadir Vuillermoz 4° in 2h02'50” e Mathieu Brunod 5° in 2h04'15”. Nella gara femminile Elisa Arvat s'impone in 2h17'34” su Sonia Locatelli seconda in 2h24'56” e Marlene Jocallaz terza in 2h30'13”.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti