Test Akasha La Sportiva per mountain running

Di GIANCARLO COSTA ,

Akasha La Sportiva (10)
Akasha La Sportiva (10)

Nello sport spesso si sente dire: squadra che vince non si cambia. Lo stesso si può dire per le scarpe sportive, in special modo per quelle per correre in montagna.
Il modello Akasha de La Sportiva, è stata la scarpa che ho usato per tutto il 2016, e mi sono trovato talmente bene che la stessa scelta è caduta anche per il 2017. Che si tratti di escursioni a bassa o alta quota, di correre sugli sterrati come di salire e scendere montagne per pietraie e cenge, in gara come nelle gite con gli amici, l’Akasha è una scarpa che continua ad essere comoda, stabile e affidabile.

Akasha è la quintessenza degli elementi, l'etere. Secondo gli alchimisti l'etere sarebbe il composto principale della pietra filosofale, un elemento che, secondo Aristotele, si andava a sommare agli altri 4 già noti: il fuoco, l'acqua, la terra e l'aria. Una pietra filosofale per la corsa in montagna, il trailrunning e lo skyrunning.

Sono scarpe con un drop (differenziale tra punta e tallone) di 6 mm, cosa che aiuta a salvare i tendini dall’usura. Il piede è perfettamente avvolto, senza pressioni, con un piccolo grado di movimento e libertà nell’avampiede per le dita.

La suola è di tipo Frixion XT, prevalentemente color nero con tacche a V rovesciata per la trazione nell'avanpiede e tacche a V per la tenuta sul tallone, con tacco esterno e punta interna di mescola diversa, color rosso e scanalature trasversali alla scarpa, la soluzione Trail Rocker. Il puntalino in TPU serve come anti-urto e anti-abrasione.

Pesano circa 330 grammi, con la tolleranza dovuto alla taglia del piede.

Il prezzo al pubblico è di 149 euro.

Guarda le caratteristiche de La Sportiva Akasha

In allegato le foto del test delle scarpe Akasha.

Articolo Publiredazionale

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti