Tempo di bilanci, festa e premiazione per il circuito GoInUp

Di GIANCARLO COSTA ,

Premiazione finale femminile circuito GoInUp (foto Vaninetti)
Premiazione finale femminile circuito GoInUp (foto Vaninetti)

Tempo di bilanci per GoInUp, il circuito podistico a scopo benefico della Bassa che, al termine delle 10 gare 2018, è riuscito a raccogliere quasi 11.000 euro poi destinati all’acquisto di materiale a supporto di diverse associazioni no profit operanti sul territorio. Riposte le scarpette nell’armadio, atleti e organizzatori si sono ritrovati al polifunzionale di Rasura per una cena conviviale e le premiazioni. Serata che ha richiamato in Valgerola ben 400 persone.

A salire sul gradino più alto del podio femminile sono stati la promettente Federica Morosini e il forte scalatore Mattia Curtoni. Una vera e propria festa finale quella voluta dalle associazioni e grazie al supporto della Pro Loco Rasura/Mellarolo un'altra occasione per raccogliere ulteriori fondi da destinare a chi è meno fortunato. Per quanto riguarda il circuito, è stata una seconda edizione da record, con numeri quasi raddoppiati nelle singole prove, a dimostrazione che sport, solidarietà e promozione del territorio sono un mix vincente. Momento clou della serata la consegna delle attrezzature acquistate alle associazioni Gruppo della Gioia di Talamona e la Navicella di Morbegno.

IL CIRCUITO IN NUMERI:
891 concorrenti, di cui 250 donne e 641 uomini. 235 (49 donne e 186 uomini), prendendo parte ad almeno 5 prove sulle 10 previste, sono entrati in classifica finale. 44 irriducibili runner hanno hanno corso tutte le tappe e, durante la serata, sono stati premiati con un riconoscimento particolare.

I VINCITORI 2018:
Nella graduatoria maschile assoluta vittoria per lo specialista delle gare in verticale Mattia Curtoni (Ca Lizzoli) davanti a Marco Leoni (Team Valtellina) e terza piazza finale per Filippo Curtoni (Ca Lizzoli). Quarto posto per Tommaso Caneva (GP Talamona) e quinta posizione per Davide Zugnoni (Gs Valgerola).Al femminile successo della giovane Federica Morosini alla sua prima stagione di competizioni che ha saputo, con regolarità di risultati, aggiudicarsi la seconda edizione del circuito. Sul secondo gradino del podio è salita Eleonora Armenia (Team Valtellina), terza posizione finale per Claudia Ciapponi, davanti a Lara Rizzi (As Premana) e Francesca Galli (Team Valtellina).

Per quanto riguarda invece le categorie, tra le junior femminili successo di Sofia Fiorelli, davanti a Linda Bulanti, nei parti età maschili vittoria di Gabriele Bardea (Sportiva Lanzada) davanti a Erik Sansi (Gs Valgerola) e Francesco Speziale (Pezzini). Tra le master 40 femminili gradino più alto del podio conquistato da Anna Del Barba (Team Valtellina), secondo gradino per Daniela Ciaponi (Gp Talamona) e terzo per Katia Bertola (Team Valtellina). Tra i master 40 maschili successo per Fausto Rizzi (As Premana) davanti a Giovanni Tognoni (Gp Valchiavenna) e Dario Songini (Team Valtellina). Nei master 50 maschili invece vittoria di Emanuele Pedrola (Ardenno Sportiva) che ha preceduto Oliviero Bianchini (Csi Morbegno) e Giacomo Berra (Sportiva Lanzada). Tra le master 50 femminili successo di Sandra Paganoni (Pol Albosaggia) su Maria Luisa Del Nero e Mara Ciaponi (Gp Talamona).

UN BILANCIO DECISAMENTE POSITIVO:
A tirare le somme ci ha pensato l’ideatore Paolo Bianchini: «E’ stata una seconda edizione da record, con numeri che hanno superato ogni più rosea aspettativa. Anche la serata finale ha avuto un’affluenza inaspettata. Sarà difficile ripetersi nel 2019, ma ci crediamo e abbiamo già diverse idee per richiamare ai nastri di partenza tanta gente. Voglio ringraziare chi ha creduto in noi, in primis gli sponsor Birrificio Valtellinese, Mat-Food, Valrent e Miotto Mobili. Ma anche le associazioni che hanno organizzato con entusiasmo le varie prove e lavorato in sinergia per la riuscita del circuito: Ardenno Sportiva, Insieme per Sacco, Sport Race Valtellina, Pro Loco Bema, Pro Loco Gerola, Gruppo Alpini Albaredo, Gp Talamona, Consorzio Traona-Prati di Bioggio e Team Valtellina».

Fonte press office spordimontagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti