Tartufo Trail Ultra Skymarathon - Calestano (PR)

Di GIANCARLO COSTA ,

Il vincitore del Tartufo Trail Marco Mengardi (foto organizzazione)
Il vincitore del Tartufo Trail Marco Mengardi (foto organizzazione)

Grande giornata di sport a Calestano dove è andata in scena l'ottava edizione del Tartufo Trail Running, che ha visto ai nastri di partenza oltre 500 atleti provenienti da tutta Italia e da dieci paesi esteri: Francia, Svizzera, Polonia, Russia, Spagna, Marocco, Libano, Gran Bretagna, Stati Uniti e dal Belgio presente con una quindicina di atleti.

Il Tartufo Trail rappresentava quest'anno un'anteprima della Fiera Nazionale del Tartufo Nero di Fragno che inaugurerà domenica prossima la venticinquesima edizione.

Il week end dedicato alla “corsa in natura” organizzato dalle società KinoMana e Skyrunning Adventure in collaborazione con Pro Loco Calestano, Protezione Civile di Calestano e Terenzo, Soccorso Alpino, Pubblica Assistenza e Gruppo Alpini di Calestano, iniziava nella giornata di sabato, dove un cielo grigio e una pioggerella incessante accoglieva i numerosi atleti che si sono dati appuntamento prima nell'anfiteatro della piazza principale, dove era allestito l'uffico gara e dove esponevano alcune aziende del settore outdoor e successivamente nella Sala Borri dell'ex-Casa del Popolo dove il Sindaco Francesco Peschiera, dava il benvenuto agli atleti ed il direttore di gara Roberto Mattioli

teneva il briefing pre-gara illustrando i dettagli ed i passaggi più impegnativi dei percorsi del Tartufo Trail.

Quattro infatti le distanze previste: 17 km con D+930m, 28 km con D+1280m, 50 km con D+2240m e la gara regina di 66 km con D+3400m. Quest'ultima assegnava anche i titoli Campione National Series Ultra ed i Titoli di Campione Italiano Youth B e Under 23.

La Tartufo Trail era inoltre l'ultima gara in programma del Trofeo Agisko- Appennino Trail Cup che assegna un montepremi di grande prestigio.

Partenza unica domenica alle 8,00 con un cielo terso ed un clima ideale anche se il terreno si presentava molto fangoso.

Nella 17 km si imponeva il bolognese Nicola Montecalvo , che precedeva Simone Zaccone e Francesco Scaccia, mentre in campo femminile si ripeteva Sabrina Polito dell'Atletica Reggio, detentrice del record del percorso, che distanziava Chiara Sirocchi e Sara Marconi.

Grande prestazione del biellese Maurizio Fenaroli nella 28 km che con un ritmo forsennato sin dai primi chilometri distanziava il parmigiano Daniele Santini ed il toscano Federico Matteoli. In campo femminile invece si imponeva la belga Virginie Deleau davanti a Carlotta Vecchi dell'Atletica Manara e a Silvia Carra dell'Atletica Barilla.

Nella 50 km si imponeva nuovamente Gianluca Cola che con questa vittoria si aggiudicava anche la vittoria in campo maschile nel Trofeo Agisko – Appennino Trail Cup. Al secondo posto il belga Bruno Kelleter che precedeva il portacolori dell'Atletica Barilla Nicola Pizzorni. Vittoria in campo femminile di Giulia Botti del Team La Sportiva, davanti a Marta Miglioli e a Francesca Bertolini.

Entusiasmante la lotta al vertice nella 66 km che vedeva il russo Yuri Bishaev al comando sino a metà gara, che pagherà poi il ritmo troppo elevato terminando al quinto posto, lasciando il comando sino all'ultimo chilometro al giovane telento valdostano Davide Cheraz, che veniva a sua volta superato per pochi secondi dal bolognese Marco Mengardi. Al terzo posto un altro giovane bergamasco Carlo Salvetti, che proprio un anno fa debuttava a Calestano. Al quarto Fabio Di Giacomo che con questo piazzamento si aggiudicava la Skyrunner Italy Series Ultra SkyMarathon 2015.

Nella gara femminile a segno Daniela Montelli in 9h14’42”, davanti a Cristina Carli in 9h30’45” prima nella graduatoria delle Italy Series. Terza piazza per Elena Salvi in 9h46’29”, quarta Silvia Bigi e quinta la prima Under 23, Giulia Bertoletti

Lara Mustat invece seppur costretta al ritiro causa problemi fisici, si aggiudicava la vittoria finale nel Trofeo Agisko.

Per terminare i Campioni Italiani 2015 Under 23 Ultra SkyMarathon sono il valdostano Davide Cheraz e la parmigiana Giulia Bertolotti.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti