T-Fast 10k-La Velocissima: vittorie di Bouamer e Gitonga, Sara Dossena seconda

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza T Fast la velocissima (foto Soli organizzazione)
Partenza T Fast la velocissima (foto Soli organizzazione)

Obiettivo centrato da Sara Dossena alla T-Fast 10 k La Velocissima. La maratoneta azzurra, portacolori della Laguna Running SSD, sul percorso di domenica 14 aprile che collega il centro storico di Torino alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, è riuscita ad abbattere il muro dei 33 minuti sui 10km, stabilendo il nuovo primato personale in 32m17s.
«Sono molto contenta, volevo fare il personal best e ci sono riuscita – racconta Dossena al traguardo -. E’ andata bene, anche se devo ammettere che faccio più fatica a fare un 10.000 così, su un percorso velocissimo, piuttosto che correre un maratona a un ritmo un poco più alto. Ho sofferto tantissimo dal primo all’ultimo metro. Ho corso con Makandi Gitonga fino al settimo chilometro, poi lei ha allungato, ho cercato di recuperare ma all’ultimo chilometro è andata via. Ripeto: va bene così.»
Ecco i suoi prossimi impegni: “Correrò a Padova la mezza maratona tra due settimane, domenica 28 aprile, e poi sarò di nuovo sui 10 km a Manchester il 19 maggio. In questo momento la preparazione è focalizzata su distanze più brevi perché voglio partecipare alla Coppa Europa dei 10.000 in pista a Londra il 6 luglio”.
Nella prova femminile vittoria della keniana Caroline Makandi Gitonga in 32’05”, secanda la Dossena in 32’17” e terza Rebecca Lonedo in 33’59”). Quarta piazza per Silvia Oggioni (Aeronautica) in 34’33” mentre al quinto posto troviamo la prima delle piemontesi, Giorgia Morano (CUS Torino) con 35’45”, a precedere le portacolori dell’Atl. Saluzzo Lorenza Beccaria sesta in 35’58” e Alessia Scaini settima in 36’18”.

In campo maschile il più veloce è stato l’italiano, di origine marocchina, Omar Bouamer (Polisportiva Sant’Orso Aosta), che ha tagliato il traguardo in 29’50”, precedendo il keniano Kipkorir Birir 2° in 29’54” e Riccardo Mugnosso 3° in 30’03”. A prendere la testa della corsa è stato Riccardo Mugnosso, che ha mantenuto fino all’8° chilometro, quando è stato raggiunto e superato dal keniano Kipkorir Birir e dall’altro italiano Omar Bouamer. Birir ha guadagnato la leadership della gara a un chilometro dalla fine ma Bouamer ha poi avuto la meglio nella volata finale. Quarta piazza per il primo dei piemontesi, Stefano Guidotti Icardi (CUS Torino) che chiude in 30’11”, per due soli secondi davanti al compagno di club Dario De Caro 5° in 30’13”, 6° Giuseppe Gerratana (Aeronautica) in 30’19”.

Fonte fidal piemonte

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti