A Stefano Fantuz e a Lisa Borzani la prima tappa del “FIDAL Mountain and Trail Running Grand Prix”, la Soave Bolca Trail, Campionato Italiano di Ultra Trail.

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza Trail Soave Bolca
Partenza Trail Soave Bolca

Baciata dal sole e dalla presenza di oltre 400 atleti, si è chiusa domenica sui Monti Lessini la prima tappa del Fidal Mountain and Trail Running Grand Prix, in una giornata che ha pure assegnato i titoli italiani di Ultra Trail. Da Soave a Bolca, 45 Km attraverso la splendida vallata d’Alpone, tra borghi medioevali e località note per il ritrovamento di storici fossili.

A vincere la prova, dopo 4h19’01” il trevigiano Stefano Fantuz (S.S.R. La Colfranculana), laureatosi così campione italiano di specialità. Alle sue spalle, lotta molto più intensa per il podio: medaglia d’argento in 4h33’02” per Edimaro Donnini (AS Ronda Ghibellina) e bronzo in 4h33’40” per Michele Capuzzo, tesserato per il GSD Valdalpone De Megni, società organizzatrice. In campo femminile, titolo italiano e successo per Lisa Borzani (Amatori Atletica Chirignago), che sarà azzurra ai prossimi Campionati Mondiali di Trail ad Annecy: per lei un tempo finale di 5h14’20” e vittoria tutt’altro che facile, alla luce dell’ottima prova offerta da Isabella Lucchini (Atletica Verona), distanziata di meno di due minuti al traguardo. A completare il podio di giornata e bronzo tricolore con il tempo di 5h29’05”, ecco la friulana Paola Romanin (Unione Sportiva Aldo Moro).

Oltre alla gara valida per i titoli italiani e per il Grand Prix, a Soave era in programma anche una prova di 33Km, sui cui ha saputo mettersi in grande luce Silvia Rampazzo (Valetudo Skyrunning) che al femminile in 3h09’52” ha preceduto Marianne Moretti e Federica Schio. Ma la notizia di giornata è però il suo successo assoluto, visto che il vincitore maschile, Michele Mastrotto (Free Sport), ha impiegato 37” in più della veneta per raggiungere il traguardo di Bolca. Tra gli uomini, secondo posto per Alessandro Bocchio e terzo posto per Luciano Meneghel.

Da Soave è scattato il neonato Fidal Mountain and Trail Running Grand Prix 2015, che unisce sotto il medesimo progetto i Campionati federali delle due discipline.

Un circuito con classifica e montepremi finale, che verrà ufficialmente presentato a Roma il prossimo 2 giugno, durante la RunFest, la due giorni che affianca il Golden Gala e che vedrà anche la disputa di una prima edizione sperimentale di Roma Urban Trail.

Dai Monti Lessini e dalle colline veronesi, ora il Grand Prix si sposta sulle Dolomiti della Val Gardena: la seconda tappa ad Ortisei, il prossimo 7 giugno, in occasione della prova di sola salita dei Campionati Italiani di corsa in montagna.

Fonte Fidal Mountain and Trail Running Grand Prix

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti