Stefano Fantuz e Moira Guerini vincono la seconda edizione del Dolomiti Beer Trail

Di GIANCARLO COSTA ,

Dolomiti Beer trail (foto Areaphoto) (2)
Dolomiti Beer trail (foto Areaphoto) (2)

Il Comitato Organizzatore lo aveva annunciato alla vigilia del via di questa seconda edizione: «Non sarà una giornata semplice, ma siamo preparati a ogni evenienza!»
Dietro il successo dell’azzurro Stefano Fantuz e di Moira Guerini c’è un Comitato Organizzatore che ha combattuto contro gli eventi atmosferici. Sabato mattina all’alba, l’intero popolo dei runner è stato svegliato dai tuoni e dai lampi di un imponente temporale, con grandine e neve fresca sopra i 1000 metri di quota. Un’ora prima della partenza le premesse lasciavano presagire un’ulteriore modifica del percorso, ma l’organizzazione, dopo aver sentito i pareri di tutte le persone già dislocate lungo il tracciato, ha preso la decisione di far disputare la gara lungo il percorso già segnalato. Decisione che si è dimostrata vincente.

Dalla Birreria Pedavena a qualche chilometro da Feltre alle ore 8:30, 600 trailer hanno affrontato le due gare sulle distanze di 45 e 24 chilometri lungo il territorio pedemontano del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi toccando i sentieri di Pedavena, Fonzaso, Croce d’Aune, e Sovramonte.
Il dislivello positivo sul tracciato di 45 chilometri era di 2400 metri mentre il percorso più breve, 24 chilometri aveva un dislivello positivo di 1400 metri.
Nella gara più lunga è stato Stefano Fantuz con il tempo di 3:43’08’’ a dominare davanti a Luca Carrara e a Italo Cassol. Fantuz, dopo un avvio corso spalla a spalla con Luca Carrara all’inseguimento di Italo Cassol, negli ultimi chilometri ha deciso di aumentare il ritmo e di andare a prendersi la vittoria di questa seconda edizione. Fantuz, taglia il traguardo posto nel parco della Birreria Pedavena con il tempo di 3:43’08’’, Luca Carrara è secondo con il tempo di 3:43’35’, il podio è completato da Italo Cassol con 3:49’12’’.
In campo femminile Moira Gueriuni, dopo aver corso una gara in rimonta, vince con il tempo di 4:54’05’’, è la bellunese Angela De Poi a conquistare la seconda posizione con 2:49’ di ritardo, mentre in terza posizione si classifica Elisabetta Lucchese con il tempo di 5:09’22’’.

Nella gara più breve, quella di 24 chilometri è stato Nicola Spada a vincere davanti a Luca Cagnati e Lorenzo Cagnati. Spada ha vinto con il tempo di 1:47’38’’, il secondo e il terzo hanno fermato il cronometro rispettivamente in 1:48’55’’ e 1:59’04’’.
Nella gara rosa Stefania Zanon con il tempo di 2:34’41’’ taglia il traguardo in prima posizione davanti a Nicoletta Dal Pont, 2:41’32’’ e a Mariangela Boschetto 2:42’59’’.

Fonte Areaphoto

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti