Sky del Canto: a Carvico Dennis Bosire Kiyaka e Primitive Niyirora vincono l'edizione del decennale

Di GIANCARLO COSTA ,

Sky del Canto (foto organizzazione)
Sky del Canto (foto organizzazione)

Sky del Canto indimenticabile a Carvico, con una serpentina di oltre 600 atleti che hanno preso il via dal parco Serraglio per poi affrontare i duri saliscendi del monte Canto, su sentieri e mulattiere. 22 i chilometri totali con un dislivello up di 1280 metri su un tracciato perfettamente curato e dotato di segnaletica permanente.

Per quanto riguarda i risultati di gara, la Sky del Canto è stata conquistata da Dennis Bosire Kiyaka. Il keniano del team Serim ha portato a termine la prova in 1h39’06”. Si è imposto sul campione del mondo di corsa in montagna Alessandro Rambaldini (Atletica Valli Bergamasche – 1h39’11”) e sul compagno di squadra Philemon Kipchumba (1h40’41”). Ai piedi del podio un altro big della corsa in montagna, il valtellinese Massimiliano Zanaboni, per la prima volta a Carvico. 1h46’41” il suo finish time. Rambaldini ha provato ad attaccare nella discesa finale, avvantaggiandosi rispetto ai keniani, ma nel tratto finale pianeggiante nulla a potuto contro la sopravanzata di Kiyaka. Mentre Zanaboni ha sempre mantenuto la quarta posizione. Nei primi dieci anche l’atleta di casa Benedetto Roda, e a seguire Danilo Brambilla, Paolo Poli, Luca Rota, Andrea Rota e Alessandro Noris.

Tra le donne, Primitive Niyirora è stata insuperabile, chiudendo in 1h57’28”. La torinese Camilla Magliano, new entry del team Salomon, e la runner del team Pasturo Francesca Rusconi si sono dovute ‘accontentare’ del secondo e terzo posto, rispettivamente con il crono di 1h59’30” e 2h05’07”. Nelle migliori dieci di giornata Martina Brambilla, Cecilia Pedroni, Samantha Galassi, Maria Eugenia Rossi, Sara Rapezzi, Francesca Tentorio e Clara Cortinovis.

Alessandro Chiappa, presidente della Carvico Skyrunning, non poteva essere più soddisfatto «Pensiamo già alla undicesima edizione, vogliamo mantenere questo livello, davvero molto alto, e questi numeri di partecipazione. Tutti i concorrenti erano contenti. Grazie infinite al team Carvico e ai miei insostituibili collaboratori, ai volontari e agli sponsor».

Fonte montagna express

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti