Si è corsa la Campestre di Bricherasio, corsa e camminata solidale sotto l'egida UISP

Di GIANCARLO COSTA ,

Cross di Bricherasio (foto organizzazione)
Cross di Bricherasio (foto organizzazione)

Quest’anno dopo due anni consecutivi di tempo a far da guastafeste il sole ha baciato questa quinta edizione della campestre di Bricherasio che ha segnato l’avvio del poker podistico omonimo.

Buona la partecipazione di podisti e camminatori con presenze a sfiorare quota trecento : ci si è fermati a 285 sanzionando il record per questa particolare e benefica campestre che destina la raccolta fondi delle iscrizioni al netto delle spese) in parte alle società giovanili o scolaresche buoni da 20 € per prodotti didattici 1 buono ogni 20 iscritti o multipli di 20 ed il restante alla seguenti Onlus: UGI Unione Genitori Italiani contro il tumore dei bambini,

Telesoccorso Val Pellice e Le Ali Spiegate di San Germano Chisone per i bamnini con difficolta.

Rilevante l’alta percentuale di giovani sino a 15 anni che ha qualificato questa edizione a conferma che Il podismo del futuro avrà sicuramente un avvenire non stentato.

Ben 116 i ragazzi coinvolti ( 101 nella corsa e 16 tra giovani camminatori e facenti il percorso ludico motorio) .

Notevole anche la partecipazione di genitori interessati ad osservare da vicino i loro figli in azione con gran affollamento in zona partenze.

Anche la cancamminiamo non ha deluso ed ha visto la partecipazione di 12 conduttori e 14 cani.

Le gare hanno avuto un ottimo livello tecnico con risultati di rilievo su percorsi ben studiati in grado di provocare selezione e far emergere gli atleti più preparati in questo genere di competizioni. Il contesto ambientale era d'altronde invitante con terreno in ottime condizioni inserito nell’incantevole paesaggio della panoramica collina bricherasiese in variegato e pieno risveglio primaverile di uliveti e frutteti all'inizio della fioritura.

Da segnalare il sontuoso pacco gara ed il solito rinfresco come sempre all’altezza della tradizione.

L’atletica Pinerolo, seppur di misura, l’ha spuntata sull’atletica val Pellice in termini di società più numerosa e sulla CCB Sport Caramagna distanziata più nettamente.

Nella prima prova della non competitiva si schieravano alcuni dei migliori Over 50 piemontesi ed Ezio Martina (Atletica val Pellice ) conduceva la batteria e concludeva in 20' e 19”con 70 secondi di vantaggio su Giuseppe Alfarone (Dora Atletica) e 90' su Alfredo Donato (Bairese). Nella seconda batteria (under 50) lo Junior Rostan Andrea (Atletica Saluzzo) si portava subito in testa e concludeva in 18,58 seguito da Becchio Lorenzo (Atletica Pinerolo) a 79” e Drua Mario (Atletica val Pellice ) a 2'e 19.

Nella batteria femminile Allasia Cinzia (Tiger Sport) ha condotto per gran parte del giro, nel finale però la giovanissima Michela Daraio (Atl Pinerolo) eseguiva il sorpasso e concludeva in 12' e 41” dando 9” a cinzia e 38” alla compagna di squadra Giulia NICOLA.

Alle 11,15 iniziavano le molto partecipate batterie Giovanili con i migliori Giovani della Provincia di Cuneo e della Torino Mtropoli.

Classifica completa giovanili su: http://www.atleticauisp.eu/classifica.php?id=0419&ts=16889

Foto su: www.atleticavalpellice.it (foto gallery) e su Pagina Fecebook “digital clich photo

Di seguito i primi di ogni categoria maschile e femminile

Esordienti C Coraglia Edoardo (Atl Pinerolo)- Long Chiara (Atl Val Pellice) Esordienti B Giorgi Nicolò (Olimpia Atletica) – Chiarle Melissa (Us Cafasse) Esordienti A Villaschi Andea (Atl.Settimese) – Usseglio Chiara (Pomaretto 80) Ragazzi Rolando Alberto (Atl Pinrolo) – Bogiatto Noemi (Atl Saluzzo)

Cadetti Barale Samuele (Atl Pinerolo) – Dmard Nicole (Pomaretto 80)

Fonte Comitato Organizzatore

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti