Si corre sabato 28 luglio il Red Bull K3: il fascino del triplo vertical da Susa al Rocciamelone

Di GIANCARLO COSTA ,

credits Damiano Levati Red Bull Content Pool Vicky Kreuzer
credits Damiano Levati Red Bull Content Pool Vicky Kreuzer

Sono 450 gli atleti iscritti al Red Bull K3 del 28 luglio 2018 a Susa, 28 nazioni rappresentate (Andorra, Australia, Austria, Brasile, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna,Grecia, Italia, Lettonia, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Peru, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ucraina, USA, Venezuela) e 175 gli stranieri a dimostrazione del successo internazionale dell’evento. Gli atleti affronteranno in 9,7 km ben 3038 m di dislivello positivo, uno sforzo “terribile” accentuato nel famoso tratto del “pratone” dove le pendenze si fanno impossibili. La prova fa parte del Vertical Kilometer World Circuit, il Circuito Mondiale di Kilometro Verticale.

Numerosissimi i campioni che hanno confermato la loro presenza. In campo femminile, saranno al via le prime due atlete dell’anno scorso, l’italiana Camilla Magliano e la svizzera Victoria Kreuzer. Ma attenzione a due trailer di livello mondiale: la svedese Mimmi Kotka, in forma smagliante, vincitrice quest’anno della Marathon du Mont Blanc e già vincitrice della TDS e CCC e la neozelandese Anna Frost, già due volte vincitrice della leggendaria Hardrock negli Stati Uniti. Da non sottovalutare l’iberica Alba Xandri, la finlandese Susanna Saapunki, la danese Katrine Villumsen, la ceca Zuzana Krchova, le svizzera Elise Chabbey e Maya Chollet, le francesi Jessica Pardin e Corinne Favre, le nostre Chiara Giovando, Francesca Bellezza, Paola Gelpi, Corinna Ghirardi, Graziana Pé e Cecilia Pedroni.

In campo maschile, numerosi gli atleti top stranieri. Il favorito numero uno è lo svizzero Martin Anthamatten, vincitore l’anno scorso, primo uomo a scendere sotto le due ore, mentre Remi Bonnet il suo più accreditato avversario ha dovuto dare forfait per un infortunio occorsogli in queste ultime settimane. Saranno al via anche l’andorrano Ferran Teixido già secondo nel 2015, il giovane sloveno Luka Kovacic, gli austriaci Philipp Brugger, David Wallmann e Dominik Salcher, il britannico Michael Jones, gli spagnoli Ivan Cuesta e Isaac Barti Sola, e i francesi Romain Berger, Adrien Perret e Yoann Sert. Gli italiani saranno capitanati dall’altoatesino Hannes Perkmann terzo ai Campionati del Mondo Vertical Kilometer nel 2016, ma da non sottovalutare Patrick Facchini, Henry Hofer che vorrà migliorare il quinto posto dell’anno. Al via anche Daniele Felicetti e il valsusino Simone Eydallin. Appuntamento quindi per tutti sul mitico pratone a spingere con il tifo gli skyrunner in vetta al “Roccia”.

Per info:

www.redbull.com/k3

https://www.facebook.com/events/162176634499634/gara live/classifiche :

https://www.endu.net/it/events/red-bull-k3-susa-mompantero-rocciamelone/results

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti