Si corre sabato 24 agosto il Memorial Partigiani Stellina dedicato ai giovani di 14 nazioni

Di GIANCARLO COSTA ,

Stellina giovani (foto Damiano BenedettoStellinarace)
Stellina giovani (foto Damiano BenedettoStellinarace)

Saranno 14 le Nazionali al via della 31ma edizione del Memorial Partigiani Stellina, quest’anno valido come 14th International U18 Mountain Running Cup, il prossimo sabato 24 agosto a Susa (TO). Alle chiusura delle iscrizioni internazionali, alle già annunciate Italia, Francia, Galles, Inghilterra, Irlanda, Irlanda del Nord, Polonia, Repubblica Ceca, Scozia, Slovenia, Turchia, Ungheria, USA si aggiunge infatti la Bulgaria. Eguagliata così la partecipazione del 2018 a Lanzada (SO) dove gli azzurri conquistarono la vittoria con la squadra femminile e il bronzo con quella maschile. Susa torna così ad ospitare una manifestazione internazionale di corsa in montagna dopo i Mondiali Master della specialità svoltisi nel 2016.

Entusiasta della scelta di Susa come sede del Mondiale Giovanile è il presidente della WMRA (World Mountain Running Association) Jonatan Wyatt, uno che la Stellina la conosce bene con le sue 13 vittorie: “Tra me e questa corsa esiste un legame particolare, inutile negarlo – afferma l’ex campione neozelandese ora ai vertici della corsa in montagna mondiale -. Proprio per questo è affascinante tornare qui, su quegli stessi sentieri, per seguire e incitare il futuro della corsa in montagna rappresentato dalle nuove generazioni che si confronteranno nell’International U18 Mountain Running Cup”.
L’importante appuntamento internazionale della corsa in montagna giovanile torna così alla sua origine, vale a dire nella località in cui è nata 14 anni fa. Proprio a Susa infatti la WMRA celebrò nel 2006 la prima edizione della rassegna internazionale dedicata ai giovanissimi, dando veste istituzionale ad un incontro per Nazioni che dal 2003 l’Atletica Susa aveva deciso di organizzare in memoria di Marco Germanetto, più volte tricolore giovanile in montagna e su strada.
Da sempre fulcro del Memorial Partigiani Stellina è la sua chiave storica, con il ricordo della Battaglia delle Grange Sevine del 26 agosto 1944 in località Costa Rossa. Solitamente la commemorazione avveniva al termine della competizione che in vetta a Costa Rossa aveva il proprio traguardo.

Nell’edizione 2019, dedicata al mondo giovanile, che si svolgerà di sabato con un percorso diverso e l’arrivo previsto presso il Castello della Contessa Adelaide, la cerimonia di commemorazione continuerà a svolgersi la domenica con la partecipazione delle squadre nazionali che, terminata la fase agonistica, percorreranno i sentieri che 75 anni fa videro darsi battaglia i partigiani guidati dal Comandante Aldo Laghi, alias Giulio Bolaffi, e i tedeschi, animati da amicizia e spirito sportivo. Questo quindi il programma della domenica: alle ore 8.00 partenza delle delegazioni da Mompantero (piazza Bolaffi) – ore 11.00 arrivo staffetta partigiana Costa Rossa (frazione di Mompantero) – a seguire i saluti istituzionali e la Santa Messa – al termine sempre in località Costa Rossa è previsto il pranzo conviviale per tutti i partecipanti alla commemorazione.

Accanto alla 14th International U18, che prenderà il via alle 17.30, il programma gare prevede, con inizio alle ore 15.30, una prova riservata ai giovanissimi delle categorie esordienti e ragazzi/e. A seguire, prima delle gare internazionali, ci sarà poi spazio per il Trofeo delle Province riservato alle categorie cadetti/e (u16) che prevede la partecipazione di compagini provinciali con squadre composte da tre atleti (tre maschi e tre femmine). Al momento hanno aderito per il Piemonte Torino, Cuneo, Biella/Vercelli, Verbano Cusio Ossola, Asti/Alessandria mentre da fuori regione arriverà Trento accompagnata dal tecnico Antonio Molinari, vincitore quattro volte della Stellina.
Per quanto riguarda la prova internazionale, da segnalare la cerimonia di apertura che, rispetto a quanto comunicato in precedenza, si svolgerà sabato 24 agosto alle 10.30 con una breve sfilata delle squadre da Piazza del Sole a Piazza Europa dove ci sarà il saluto delle autorità presenti.

Le premiazioni si svolgeranno al termine delle competizioni (a partire dalle ore 19.00) in zona partenza e arrivo, con l’intento di porre in risalto i monumenti storici di Susa come il Castello che sarà sede dell’arrivo della gara, ma anche i prestigiosi resti romani come l’Arco di Augusto e l’Acquedotto.
L’evento può fregiarsi del sostegno della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera) e della WMRA (World Mountain Running Association) in ambito sportivo, mentre sul territorio come sempre garantiscono il proprio appoggio i comuni di Susa, Mompantero, Novalesa e Venaus. Motore dell’evento, insieme al Presidente del Comitato Organizzatore l’olimpionico Livio Berruti, all’Atletica Susa Adriano Aschieris, la Bolaffi SpA grazie al Cavalier Alberto Bolaffi nel ricordo del padre Giulio (alias il comandante Aldo Laghi).
Appuntamento quindi il 24 e 25 agosto a Susa per respirare il profumo del futuro della corsa in montagna internazionale!

Fonte stellinarace

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti