Si corre la Primiero Dolomiti Marathon, tappa del circuito Eolo Mountain and Trail Running Grand Prix

Di GIANCARLO COSTA ,

La Nazionale Italiana di Corsa in Montagna (foto newspower)
La Nazionale Italiana di Corsa in Montagna (foto newspower)

Sembrava un’impresa impossibile, ed invece la Primiero Dolomiti Marathon, al via domani con la seconda edizione, vanta un parterre ancora più significativo della prima, con circa 2500 iscritti.
L’evento scatta sin da oggi al Primiero Dolomiti Village, dalle ore 15 alle 23 presso il Centro Sportivo dei Fossi a Fiera di Primiero in località Transacqua (TN) con l’accoglienza degli atleti, il ritiro dei pettorali e del pacco gara, e sponsor e partner a presentare i propri prodotti. Domani invece sarà giornata di gara, con la partenza della 42K alle ore 8.45 a Villa Welsperg in Val Canali, mentre alle ore 10 ci sarà il via per gli atleti della 6.5K dal cuore del piccolo comune trentino di Fiera di Primiero, e la 26K a scattare alle ore 10.30, in questo caso da San Martino di Castrozza. I protagonisti verranno poi celebrati alle ore 13 con a seguire uno scoppiettante Forst Party per tutti i gusti.

Dicevamo, tanti i protagonisti iscritti, e con un team speciale in prima linea… la nazionale italiana di corsa in montagna! Bernard e Martin Dematteis, oro e argento agli Europei di Arco 2016, oltre agli innumerevoli importanti piazzamenti ottenuti a livello internazionale, gareggeranno nella 26K assieme a Luca Cagnati ed Hannes Parkmann, pronti ad effettuare un buon allenamento in vista dei prossimi appuntamenti internazionali. Il percorso di 26K lascia senza fiato e presenta un dislivello positivo di 448 metri e negativo di 1198 metri, mentre il punto più alto da raggiungere è posto a 1683 metri. Dagli esperti ai non addetti ai lavori, la competizione è alla portata di molti e si immerge lungo strade forestali e sentieri facilmente accessibili.
Tutti gli altri ragazzi della nazionale azzurra quali Sara Bottarelli, Alex Baldaccini, Xavier Chevrier, Cesare Maestri e tanti altri si metteranno in gioco nella 6.5K, accompagnando le famiglie nella propria tranquilla scampagnata: “È caratterizzato da sentieri, strade ampie e battute e garantisce la socializzazione e la possibilità di chiacchierare facendo ciò che più si ama”, sottolineano con fierezza i due C.O. US Primiero e Venicemarathon Club.

Nella 42K ci sarà a sorpresa il vincitore dello scorso anno, Manuel Negrello, atleta di casa che si era detto restio a partecipare a causa della scarsa preparazione, ma la voglia di provare a ripetersi sulle strade che lo elessero campione della scorsa edizione era evidentemente troppa.
Il percorso di 42K presenta un dislivello positivo di 1242 metri e negativo di 1543 metri, mentre il punto più alto raggiunto è posto a 1683 metri, con gli atleti circondati durante tutto il loro tragitto da un ambiente davvero unico, suggestivo e incontaminato, tutto da scoprire e da ammirare.
Non mancherà nemmeno Tito Tiberti, manager del team FIDAL di corsa in montagna, in un contest che US Primiero e Venicemarathon Club hanno organizzato praticamente alla perfezione.
La seconda edizione della Primiero Dolomiti Marathon sarà infine tappa prestigiosa di “Eolo Mountain and Trail Running Grand Prix 2017”, il circuito nazionale FIDAL dedicato alla corsa in montagna e al trail running. Un riconoscimento importante per una manifestazione che richiama una marea di corridori provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo.

Info: www.primierodolomitimarathon.it

Fonte newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti