Si corre domenica a Susa il Memorial Partigiani Stellina, tappa di Coppa del Mondo di corsa in montagna

Di GIANCARLO COSTA ,

Logo Stellina
Logo Stellina

Ci sono tanti motivi per essere a Susa domenica in occasione 29a edizione della corsa in montagna Memorial Partigiani Stellina, ma prima di tutto metto il ricordo di Adriano Aschieris, cuore e anima di questa manifestazione, presidente dell’Atletica Susa, che se n’è andato pochi mesi dopo essere stato eletto Presidente della Fidal Piemonte. Quest’edizione della corsa sarà il miglior modo sportivo per ricordarlo, per la sua umanità e per tutto quello che ha fatto per la corsa in montagna. A Paolo Germanetto il compito di proseguire nel sentiero che Adriano Aschieris ha da tempo tracciato.

Archiviata con successo l’edizione 2016, Campionato Mondiale Master di corsa in montagna, tocca all’edizione 2017 essere la quinta prova del WMRA World Cup Race, dopo la Bolognano-Monte Velo ad Arco di Trento (28 maggio), Int. Muttersberglauf a Bludenz (Austria, 4 giugno), La Montée du Grand Ballon a Willer-sur-Thur (Francia, 11 giugno) e il Campionato mondiale di Premana (30 luglio). I leader della classifica generale sono l’azzurra Alice Gaggi e l’eritreo Petro Mamu, vincitore del Campionato Mondiale delle lunghe distanze a Premana.

Sarà di Mamu l’esordio più prestigioso allo Stellina, visto che il fuoriclasse eritreo non aveva ancora corso sui sentieri valsusini, e si presenta al via avendo vinto tutte le altre corse del circuito. A sfidarlo gli assi della nazionale italiana di corsa in montagna, da Xavier Chevrier che quest’anno ha vinto sia il titolo italiano che quello europeo, ai gemelli Martin e Bernard Dematteis, con Martin già vincitore di questa gara. Quindi Francesco Puppi, argento mondiale distance, Alex Baldaccini, l’altoatesino Hannes Perkmann. Altri campioni stranieri attesi al via sono il francese Julien Rancon, , degli sloveni Gasper Bregar e Miran Cvet, dell’austriaco Simon Lechleitner. Senza contare che a Susa ci sarà il nuovo presidente della WMRA (World Mountain Running Association), il neozelandese Jonathan Wyatt, che di questa gara è il simbolo, avendone vinte ben 13 edizioni, chissà che l’organizzazione non gli dia un pettorale...

In campo femminile ovviamente presente Alice Gaggi che deve difendere la leadership del circuito anche se preferisce le gare di salita/discesa. I favori del pronostico sono per la britannica Sarah Tunstall, terza ai recenti campionati mondiali di Premana e vincitrice della Coppa del Mondo nel 2015. Ma occhio alle altre italiane in gara, da Antonella Confortola a Samatha Galassi e alla torinese Camilla Magliano, vera sorpresa ad alto livello della corsa in montagna 2017.

Lo Stellina è anche parte fondamentale, su un’idea di Adriano Aschieris, di “SPORT E RESISTENZA, progetto di corsa in montagna sui sentieri partigiani”, promosso e patrocinato dalla Regione Piemonte e sostenuto dal Comitato Regionale FIDAL Piemonte. Dopo le prove di Caddo di Crevoladossola e Tavagnasco, tocca allo Stellina con il ricordo della battaglia delle Grange Sevine, della divisione partigiana Stellina del comandante Aldo Laghi, pseudonimo di Giulio Bolaffi. La commemorazione di questo evento sarà fatta alle ore 11 all’arrivo di Costa Rossa.

Come antipasto dello Stellina, sabato 26 agosto si correrà la prova finale del campionato regionale giovanile di corsa in montagna di sabato 26 agosto, in memoria di Adriano Aschieris, così come si correrà in suo ricordo con la “Corri con Adri“, 1km in musica e allegria con partenza da Piazza Oddone, è il giusto omaggio a chi ha fatto della corsa la sua passione e ragione di vita.
Alle 18.30 sarà il Castello della Contessa Adelaide a fare da cornice alla cerimonia ufficiale di consegna dei pettorali ai top runner.

Domenica 27 agosto si correrà lo Stellina, che attraversa i territori di Susa, Mompantero, Venaus, Novalesa, prevede tre differenti percorsi:
• – Juniores femminili: partenza da Susa (Arco di Augusto) – arrivo in località Braida (3750 mt. – dislivello +290/- 30 mt)
• – Juniores maschili: partenza da Braida – arrivo a Costa Rossa (mt. 7280 – dislivello + 1155 mt)
• – Pro/Sen/Sen Master maschili e femminili: partenza da Susa (Arco di Augusto) – arrivo a Costa Rossa (11030 mt – dislivello + 1450 / – 35 mt).

Per altre info www.atleticasusa.it www.stellinarace.it

A domenica per la cronaca dello Stellina

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti