Saint Vincent-Col De Joux: vittoria e record per Catherine Bertone, a Gabriele Beltrami la gara maschile

Di GIANCARLO COSTA ,

Catherine Bertone vincitrice della Saint Vincent Col de Joux 2014 (foto Nicco)
Catherine Bertone vincitrice della Saint Vincent Col de Joux 2014 (foto Nicco)

Si avvicina la mezzo secolo di vita la Scalata St.Vincent – Col de Joux, giunta alla 47a edizione, organizzata dall’Atletica Zerbion sotto la regia di Mauro Desandrè. Da qualche anno c'è stata un'evoluzione, visto che era una gara a cronometro su un percorso che terminava al Col de Joux, poi il percorso è stato cambiato, mantenendo invariato il dislivello di 1100 metri, ma aggiungendo qualche chilometro ondulato per arrivare al villaggio “Le Pleiadi”, per un totale di 8 km e la partenza, dalle terme di Saint Vincent, è in linea e non più a cronometro.

In 111 hanno preso il via, e dopo un paio di tornanti su strada asfaltata, il bitume lascia il posto alle mulattiere e ai sentieri, in particolare il n°6, che è quello che conduce gli escursionisti dalle Terme al Col de Joux. Dopo la partenza decisa, il gruppo si allunga sulle prime rampe, con Silvio Balzaretti a far l'andatura e Gabriele Beltrami a seguirlo in attesa del terreno finale a lui più congeniale. All'uscita del Col de Joux, sulla strada sterrata che conduce al traguardo del villaggio e Pleiadi, si realizza il sorpasso di Gabriele Beltrami del Pont Saint Martin che va a vincere in 52'37”, con Silvio Balzaretti che deve accontentarsi del secondo gradino del podio in 52'51”, un podio completato dal 3° posto di Fabrizio Cheillon in 53'38”. Completanp la top ten di giornata Andrea Basolo 4° in 55'05”, Mirco Bertino 5° in 55'30”, Matteo Peracchione 6° in 55'35”, Mathieu Corthoud 7° in 55'54”, Fabrizio Attardi 8° in 56'46”, Davide Sapinet 9° in 57'36” e Luca Casali 10° in 58'01”.

Ma l'impresa di giornata è stata realizzata nella gara femminile, con Catherine Bertone dell'Atletica Calvesi, maratoneta di livello nazionale, che per una volta lascia la strada e seguendo i sentieri di montagna, vince e realizza il nuovo record del percorso con il tempo di 58'57”. Visto che non è stata convocata per i prossimi Campionati Europei di maratona, potrebbe fare un pensierino nel cercare di qualificarsi al Mondiale di Corsa in Montagna lunghe distanze, che quest'anno si correrà nella versione di sola salita nell'americana Pikes Peak. Alle sue spalle lotta serrata per la conquista degli altri due gradini del podio, con Gloriana Pellissier che alla fine la spunta, seconda in 1h00'31”, su Barbara Cravello terza in 1h00'57”, con l'intramontabile Ornella Bosco quarta in 1h02'08” e Federica Barailler quinta in 1h03'36”.

In allegato foto e classifica completa.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti