Sabato 19 luglio si corre la prima edizione del Trail e del Vertical della Becca di Viou, la Valpelline (AO) a fil di cielo

Di GIANCARLO COSTA ,

Volantino trail Becca di Viou
Volantino trail Becca di Viou

Prende vita sabato 19 luglio una nuova corsa sulle montagne della Valle d'Aosta. Parliamo del Trail e del Vertical della Becca di Viou, montagna la cui vetta è a quota 2856 metri, posta tra Valpelline e Roisan, che domina anche Aosta, il capoluogo valdostano. Sotto l'impulso del circuito Tour Trail Valle d'Aosta, di cui questa sarà la quinta tappa dopo Electric trail, Licony trail, Gran Paradiso trail, e Cervino X-trail, nuove energie organizzative si sono riversate sui sentieri delle montagne valdostane, per una specialità, il trail running, che sta facendo vivere una seconda giovinezza alla corsa in montagna e allo skyrunning.

Chi come il sottoscritto fu affascinato dall'Aosta-Becca di Nona (e ritorno), che vide nelle diverse edizioni il meglio dello skyrunning mondiale cimentarsi sui sentieri della Becca di Nona, iniziando con Bruno Brunod e finendo con Kilian, non può che vedere con piacere una gara che fonde nella stessa manifestazione, il concetto di corsa di endurance, con il Trail della Becca di Viou (31 km con +/-2700 metri di dislivello) con il fascino della gara di sola salita, per scalatori puri, il Vertical Becca di Viou (9 km con D+ 1950 metri).

A questo proposito abbiamo sentito il Presidente del Comitato Organizzatore, Maurizio Lanivi, che così ci presenta il Trail e il Vertical della Becca di Viou: “La voglia di organizzare una gara era nell’aria da diversi anni perché la Becca di Viou per noi della Valpelline è molto importante. Non a caso, sempre in collaborazione tra le diverse comunità che si affacciano sulla sommità, è stata prima posata una Croce sulla vetta e poi realizzato un piccolo Bivacco (Penne Nere) appena al di sotto. Negli ultimi anni gran parte di noi ha lavorato ad un altro progetto molto interessante che è il CollonTrek, una corsa a coppie transfrontaliera tra la Valle d'Aosta (Valpelline) e la Svizzera (Val d’Herens). Quindi quest'anno ci siamo decisi ad intraprendere anche questa avventura.

La Becca di Viou domina la piana di Aosta da Nord e dalla sua sommità si può godere di un panorama a 360°. Panorama che comprende tutte le vette più importanti della Valle d’Aosta, paesaggio reso ancora più intenso dall’ultimo tratto di 250 metri che si percorre su una semplice cresta. Per questa prima edizione abbiamo scelto due percorsi certamente impegnativi sul piano dell’altimetria che ci differenziano un po’ dalle altre manifestazioni di trail, ma la voglia era e sarà di arrivare comunque in vetta con entrambi i percorsi. Senza poi dimenticare che nel gruppo organizzativo c’è anche Stefano Mottini (N.d.r. L'uomo della Becca di Nona!) e quindi la sua esperienza in generale e quella della gara della Becca di Nona in particolare, hanno avvalorato le nostre scelte. Stiamo, comunque, valutando anche un percorso più soft per le eventuali future edizioni in maniera da renderlo più accessibile ad un pubblico di corridori più ampio.”

Con queste premesse è lecito sperare nel tutto esaurito per le iscrizioni che rimangono aperte fino a giovedì 17 luglio.

Tra gli atleti iscritti grandi nomi al via. Da Dennis Brunod, leader del circuito Tour Trail Valle d'Aosta, a Gloriana Pellissier e Sonia Glarey che al femminile cercheranno vittoria e podio nel trail. Per quel che riguarda il Vertical, certa la presenza di Xavier Chevrier, fresco di convocazione per la Nazionale di Corsa in Montagna lunghe distanze in vista del Campionato Mondiale in Colorado negli USA, che se la dovrà vedere con l'altro giovane talento polivalente valdostano, Nadir Maguet, che dividendosi tra scialpinismo e skyrunning ha nella sola salita la specialità preferita. Per la gara femminile Christiane Nex parte nel ruolo di favorita, a meno che non decida di partire Catherine Bertone, anche lei nell'ottica del test in vista dei Mondiali Lunghe distanze. Della parte tecnica se ne riparlerà alle ore 8 di sabato 19 luglio sulla linea di partenza di Valpelline per entrambe le gare, che racconteremo dopo avervi partecipato.

Programma della Manifestazione

Venerdì 18 luglio

(presso area ProLoco di Valpelline)

Dalle ore 17:00 Distribuzione dei Pettorali e Verifica Materiali

stand delle ditte sponsor dela manifestazione

18:45 Briefing tecnico

19:30 Pasta Party aperto anche agli accompagnatori costo 10 €

(Pasta - Tacchino in umido - Fagiolini - Acqua - Caffè)

20:30 Esibizione di Zumba

Sabato 19 luglio

07:00 consegna ultimi pettorali

08:00 partenza delle gare

(presso area ProLoco di Valpelline)

10:45/11:00 arrivo previsto primi concorrenti

(area sportiva di Roisan)

dalle ore 12:00 pranzo per i concorrenti (offerto)

(presso area sportiva di Roisan)

15:30 premiazione

dalle 16:00 animazione musicale

Materiale obbligatorio:

a) zaino o marsupio con spallacci.

b) borraccia o camelbag minimo 0,5 litri di acqua

c) bicchiere o altro contenitore adatto per bere ai punti di ristoro

d) riserva alimentare

e) coperta di sopravvivenza (Telo termico)

f) fischietto

g) banda elastica adesiva adatta a fare una fasciatura (minimo 80cm x 3cm)

h) pantaloncini o pantaloni al ginocchio ( indossati )

i) Maglia a mezze maniche , ( indossata ) no canotta

j) giacca impermeabile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo in quota

k) pantaloni a gamba lunga adatto per a sopportare condizioni di brutto tempo in quota

l) berretto o bandana

m) guanti

n) telefono cellulare

Per il Vertical, in base alle condizioni meteo, ci sarà la possibilità di trasportare uno zainetto con il minimo indispensabile per il cambio, al punto più vicino alla vetta. Il tempo massimo è di 6 ore. Arrivati in cima alla Becca di Viou (quota 2856 metri) gli atleti dovranno scendere a piedi sino all’alpeggio di Blavy ove troveranno la navetta dell’organizzazione che li trasporteranno all’arrivo.

Per ulteriori informazioni www.trailbeccadiviou.com

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti