Retedeldono e Maratona di Roma: un legame sempre più forte per la raccolta fondi

Di MARCO CESTE ,

Logo Retedeldono
Logo Retedeldono

Idea ispirata alla tradizione anglosassone, ma cuore tutto italiano. Così è nata e così sta crescendo Retedeldono, il portale italiano di personal fundrising. Molto spesso, per lo meno in Italia, il mondo delle donazioni, delle raccolte fondi e di tante iniziative di solidarietà, è o sembra piuttosto complesso. Retedeldono ha invece deciso di portare un qualcosa di innovativo in un ambito nel quale c'era davvero bisogno di semplicità, chiarezza, trasparenza.

Il portale, fondato da Valeria Vitali e Anna Maria Siccardi, nasce appunto dallo stile ormai consolidato del mondo anglosassone, dove già da anni è consuetudine appoggiarsi alla raccolta fondi tramite web, attraverso anche micro donazioni. La modalità è molto semplice: ci si registra, si scelgono manifestazione e charity (quindi l'ambito specifico da sostenere) e attraverso il social si crea una propria pagina con la quale condividere il percorso di raccolra con amici, colleghi, conoscenti. Tutti insieme, anche con poco, si possono raggiungere grandi risultati. In questo modo, come tengono a sottolineare Anna e Valeria di Retedeldono, ogni singolo donatore diventa un protagonista attivo del fundrising.

A poco più di un anno dalla sua nascita, il portale ha già raccolto circa 180 mila euro di donazioni, registrato circa 220 organizzazioni e più di 400 sostenitori attivi come fundriser.

Come accade all'estero già da anni, Retedeldono si è legata soprattutto a eventi sprotivi: su tutti la Maratona di Roma, con cui la collaborazione è sempre più attiva. Le maratone di New York, Londra e Chicago raccolgono ogni anno decine di milioni di euro. In Italia, dove il meccanismo è nato da poco e quindi ancora poco conosciuto rispetto ad altri paesi, Retedeldono punta a superare il milione di euro raccolti online.

Sull’onda dell’incoraggiante risultato del Charity Program 2012, Maratona di Roma ha rinnovato la partnership con Retedeldono e propone per l’edizione 2013 un programma di beneficenza rinnovato e ampliato. Il programma di solidarietà, tradizionalmente incentrato sulla RomaFun La Straccittadina, è stato esteso anche alla Maratona, permettendo così alle ONP di usufruire di due strumenti diversi ma complementari per la raccolta fondi.

Mentre sulla RomaFun verrà mantenuta la formula per cui i runner vengono stimolati all’acquisto del “pettorale solidale”, la Maratona sposerà soprattutto il personal fundraising come strumento di raccolta fondi: le ONP potranno usufruire di agevolazioni nella gestione delle iscrizioni e nell’ l’acquisto dei pettorali, e farne così omaggio ai runner solidali che si impegneranno attivamente nella raccolta fondi per la ONP che sostengono sul portale retedeldono.it.

Solidarietà e sport insieme hanno sempre raggiunto grandi risultati. Retedeldono e Maratona di Roma, nell'edizione 2013, regaleranno certamente sorprese ed emozioni.