Red Bull K3: la sfida verticale da Susa al Rocciamelone sabato 30 luglio

Di GIANCARLO COSTA ,

Susa Rocciamelone K3 volantino
Susa Rocciamelone K3 volantino

Si corre sabato 30 luglio il Red Bull K3 da Susa-Mompantero (quota 502 metri) al Rocciamelone (quota 3538 metri) 3030 metri di dislivello in 9,7 km, un triplo km verticale con pendenze “estreme” e un arrivo in quota da non sottovalutare. La caratteristica di questa gara era il taglio progressivo dei concorrenti dopo il primo mille in località “Trucco” e il secondo mille al rifugio “Ca d'Asti”. Ebbene questi cancelli orari rimangono, ma ci sono anche delle gare vere e proprie con relativa classifica che hanno come traguardi proprio questi sbarramenti, quindi oltre al K3 ci sarà il K1 e il K2. Le iscrizioni online sono chiuse, ma ci sarà ancora la possibilità di iscriversi venerdi e sabato mattina prima della partenza nella zona di consegna pettorali.

La macchina organizzativa coordinata da trio Maurizio Scilla, Nico Valsesia e Marco Abbà stà predisponendo tutto con la consueta perizia, poi ovviamente toccherà ai corridori, top runner o aspiranti finischer, onorare l'impegno che non è esattamente una passeggiata di salute.

Si prevede grande battaglia sul K3 per la presenza di alcuni dei grandi specialisti di queste corse in verticale; tra gli italiani il vincitore del 2014 Marco Moletto, Philip Gotsch, David Thoeni, Simone Eydallin, Fabio Bazzana, mentre tra gli stranieri saranno in corsa il sudafricano Ryan Sandes, il turco Ahmet Arslan, gli sloveni Nejc Kuhar e Rok Bratina, i francesi Fabien Antolinos, Mathéo Jacquemoud e Jean Fraçois Philipot. Al femminile le titolate Corinne Favre e Rory Bosio dovranno vedersela con la sorpresa della stagione Chiara Giovando, con Barbara Cravello, Francesca Bellezza e Katia Fori.

Nel K2 toccherà ad Enzo Mersi recitare il ruolo di favorito, visto la lunga serie di vittorie proprio in questo genere di gare. Da segnalare anche la partecipazione di due atleti che hanno conquista gloria e titoli in altre discipline, come Roland Fischnaller, il più vincente snowboarder italiano della storia di questo sport (per ultima la Coppa del Mondo di Slalom Parallelo), e di Tamara Lunger, alpinista reduce dalla quasi vetta del Narga Parbat invernale con Simone Moro, ex-nazionale di scialpinismo e vincitrice di gare di trail come la Transalpine Gore-Tex Run.

Per ulteriori informazioni www.redbull.com/k3 e info.redbullk3@gmail.com

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti