Il racconto del Mini Kima 2014

Di GIORGIO PESENTI ,

Fabio Bazzana (foto organizzazione)
Fabio Bazzana (foto organizzazione)

Stamattina sabato 30 agosto si è disputato a Filorera in Val Masino provincia di Sondrio il mini Kima di 16 chilometri e la non competitiva di 6 km; elevata la partecipazione alle due manifestazione per la 16 km si sono classificati 228 corridori mentre nelle varie categorie della non competitiva si sono classificati 168 runner.

Partenza per la 16 k alle ore 10, il gruppo attraversato il ponte si è diretto sulla sponda destra del fiume Masino che nasce dal pizzo Badile nelle alpi retiche, dopo i primi tre chilometri di asfalto la gara si è infilata nei sentieri boschivi adiacenti il torrente Masino alternando brevi salitelle molto corribili e falsopiani da spingere al massimo, arrivati al giro di boa deviazione a sinistra e attraversamento del torrente Masino su un ponte fatto di tronchi. Un breve strappo nel bosco ci ha fatto prendere birra per le veloci discese su strade bianche, arrivati al giro di boa della 6 km abbiamo ripreso l’asfalto per il lancio al traguardo di Filorera. Certo le gare, anche se facili dal punto di vista altimetrico, se interpretate al massimo delle capacità atletiche sono impegnative, ma pensando al Kima la nostra fatica è stata limitata anche perché la corsa integrale sul tecnico sentiero Roma, solo portarla a termine nei tempi prestabiliti, è una vera scommessa con se stessi e risulta un’impresa agonistica molto ardua e difficoltosa.

Nella 16 km rosa prima la Bergamasca Michela Benzoni con il bel crono di 1h10’38”, seconda Ciappini Roberta 1h12’38”, 3^ Gianola Chiara 1h12’58” al maschile successo Orobico di Bazzana Fabio in 57’44”, 2° Della Torre Francesco 58’11”, 3° Vanotti Enzo 59’28”. Per la Valetudo skyrunning Italia 113° Pesenti Giorgio e 143° Grossi Antonio.

Di Giorgio Pesenti

  • Sono nato a Brembilla, nel bergamasco, e ora vivo a Almenno San Salvatore. Dal 2004 sono presidente della Valetudo skyrunning e collaboro con il network OutdoorPassion dal 2011.



Può interessarti