Presentata a Milano la Maga Skyrace e Campionato europeo di Ultra Skymarathon

Di GIANCARLO COSTA ,

Presentazone Maga Skyrace e Ultra Skymarathon con Marino Giacometti (foto Torri)
Presentazone Maga Skyrace e Ultra Skymarathon con Marino Giacometti (foto Torri)

Maga Skyrace e Ultra Skymarathon, il comitato organizzatore orobico ha levato i veli sull’edizione 2019 nella suggestiva location di Palazzo Pirelli a Milano. Scelta dalla ISF (International Skyrunning Federation) come prova unica di campionato europeo, la spettacolare kermesse bergamasca griffata Scott & Ortovox è di fatto un evento per tutti.

Alla conferenza stampa, tenutasi nella Sala Belvedere Jannacci del Palazzo Pirelli, sono intervenuti Martina Cambiaghi (Assessore a Sport e Giovani di Regione Lombardia), Paolo Franco (Consigliere Regionale Regione Lombardia e Presidente di UniAcque), Marino Giacometti (Presidente International Skyrunning Federation), Giuseppe Astori (Sindaco di Oltre il Colle), Giorgio Cavagna (Sindaco di Serina) e Elio Carrara (Responsabile tecnico della gara)

SULLE OROBIE BERGAMASCHE UNA DOMENICA DI VERO SKYRUNNING

Domenica 1 settembre, oltre alla tostissima Maga Ultraskymarathon (50km 5000m D+) riservata a un élite di corridori di comprovata esperienza, verrà infatti proposta la mitica Maga Skyrace (24km 1400m D+). Quest’ultima, disegnata su un anello rodato e che da sempre ha riscosso unanimi consensi, porterà gli atleti al Rifugio Capanna 2000 e sotto la parete dell'Arera, da dove si potranno godere una visione spettacolare sulla Val Serina e sulle 4 cime che danno il nome alla gara. Il gpm lo si toccherà a cima Grem (2049), mentre uno dei punti più suggestivi sarà di sicuro Passo di Zambla. Qui, una marea di persone, spingerà i corridori del cielo verso l’ultima ascesa, Passo del Sappli sul monte Alben. Effettuato l’ultimo scollinamento una funambolica picchiata verso il traguardo esalterà gli amanti delle tecniche discese.

NELLA PROVA ULTRA ATLETI DA 15 NAZIONI:

Il fascino del “mostro”, come l’hanno definito alcuni finisher 2018, ha stregato i gourmet dello Skyrunning con la “S” maiuscola. Nel cuore delle orobie bergamasche, tecnicissimi runner da oltre 15 nazioni, avranno l’occasione di mettersi alla prova su un anello altamente spettacolare.

Ad attenderli 50km (5000m D+) disegnati tra ripidi single track, creste aeree, passaggi su roccette e discese da soglia d’attenzione “alta”. Una gara tanto dura quanto spettacolare che la ISF (International Skyrunning Federation) ha voluto promuovere sul campo scegliendola come prova unica di campionato europeo di specialità.

A decretare re & regina del “vecchio continente” un anello disegnato su sentieri di montagna con tanto di tratti attrezzati, ferrate e corde fisse. Proprio per questo, si è pensato di richiedere un vero e proprio curriculum atletico ai concorrenti che dovranno compilare un form di preiscrizione sul sito e, se ritenuti idonei, avranno la possibilità di correre una delle gare più attese della stagione. Una super gara che li porterà sulle cime Menna, Arera, Grem e sulle due croci dell'Alben.

Per maggiori informazioni e iscrizioni: www.magaskymarathon.it

Fonte press office sportdimontagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti