Nella Pistoia-Abetone successi per Matteo Lucchese e l'ungherese Simona Staicu, in 1843 per il record di partecipanti

Di GIANCARLO COSTA ,

Matteo Lucchese vincitore della Pistoia Abetone (foto FB Lucchese)
Matteo Lucchese vincitore della Pistoia Abetone (foto FB Lucchese)

E' una delle più dure corse su strada italiana la Pistoia-Abetone giunta alla 40a edizione, non solo per i 50 km da correre, ma anche per i 1400 metri di dislivello da superare e per le temperature « africane » che spesso accompagnano lo sforzo dei corridori.

Il vincitore di quest'edizione, che ha visto al via ben 1843 corridori, nuovo record della corsa, è stato il romagnolo Matteo Lucchese del Val Montone Adventure in 3h30m50s, dopo un bel confronto con il maratoneta Carmine Buccilli, ritiratosi verso il 40° chilometro quando era in testa. Sul podio con Lucchese sono saliti il russo Dmitry Tsyganov, vincitore nel 2012, e l’ucraino Evgenii Glyva.

Parla est Europa anche la vincitrice della gara femminile Simona Staicu con il tempo record di 3h58’19”, nuovo record della corsa, che ha preceduto sul podio Marjia Vrajic e Monica Carlin.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti