Piedicavallo-Rifugio Rivetti (BI): la decima di Enzo Mersi, il record femminile di Barbara Cravello

Di GIANCARLO COSTA ,

L'arrivo del vincitore Enzo Mersi (foto organizzazione)
L'arrivo del vincitore Enzo Mersi (foto organizzazione)

Nel titolo c'è la sintesi della corsa in montagna da Piedicavallo al Rifugio Rivetti, gara che pur essendo non competitiva, esprime valori assoluti sui 5 km del tracciato con 1100 metri di dislivello di sola salita da Piedicavallo (quota 1050 metri) a Rifugio Rivetti (quota 2150 metri), sul sentiero che porta al colle della Mologna grande, via di comunicazione della valle Cervo con la valle del Lys verso Niel e Gaby in Valle d'Aosta. Mulattiera e sentiero aspri, pietre ovunque che sono la caratteristica della zona, quindi gara muscolare per scalatori puri.

Una giornata limpida e solare, come si vede raramente da queste parti, ha accompagnato la fatica dei 112 arrivati al traguardo del Rivetti per la gioia del gestore e organizzatore Alessandro Zoia, che per la 22a volta ha allestito questa competizione, che con i premi a sorteggio non manda a casa nessuno a mani, anzi a zainetti vuoti.

Per la decima volta s'impone in questa corsa Enzo Mersi, il forte scalatore di Pollone che corre per l'Atletica Monterosa, quest'anno con il tempo di 52'02”. Vinse nel 2000 a 18 anni per la prima volta questa gara che sembra disegnata apposta per le sue caratteristiche, gara che serve come rifinitura per l'attesa Ivrea-Mombarone che si correrà tra 15 giorni dove ritornerà, dopo un anno di assenza, tra i favoriti per la vittoria finale. Alle sue spalle si piazza il compagno di squadra Silvio Balzaretti 2° in 54'59”, quindi Stefano Giaccoli 3° in 56'18”, Luca Pregnolato 4° in 56'57”, Enzo Peraldo 5° in 59'08”, Alessandro Sala 6° in 59'22”, Dario Monteferraio 7° in 59'47”, Carlo Valz Cominet 8° in 59'54”, Giancarlo Costa 9° in 1h00'20” e Marco Deusebio 10° in 1h01'00”.

Grande prestazione al femminile per Barbara Cravello, che vince in 58'55”, arrivando tra l'altro quinta assoluta, abbassando di un paio di minuti il record femminile della gara. E' in una stagione di grande forma, come dimostrano i risultati delle corse di quest'estate, sicuramente una delle favorite per la vittoria della prossima Ivrea-Mombarone. E se continuasse così anche la prossima stagione, chissà che non possa far comodo alla Nazionale di corsa in montagna per le competizioni di sola salita. Completano il podio Marcella Belletti 2a in 1h03'45” ed Elisa Arvat 3a in 1h05'19”.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti