Philip Götsch e Christel Dewalle vincono il Vertical di Limone del Garda, Patrik Facchini e Francesca Rossi il ranking national series

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio maschile Vertical Limone del Garda (foto organizzazione)
Podio maschile Vertical Limone del Garda (foto organizzazione)

Philip Götsch e Christel Dewalle vincono gara, stabiliscono il nuovo record sul percorso di riserva della kermesse bresciana, ma soprattutto si aggiudicano la coppa del mondo di vertical. A Patrik Facchini e Francesca Rossi va invece il primo posto nel ranking di national series.
La forte pioggia non ha rovinato la festa dei corridori del cielo che, sulle vette di confine tra Lombardia e Trentino, si sono sfidati nella finalissima di Skyrunner® World Series specialità vertical. Per motivi di sicurezza il direttore percorso Fabio Meraldi, coadiuvato dagli uomini del soccorso alpino della Guardia di Finanza stazione di Edolo, non ha voluto fare correre inutili rischi ai 289 che nel tardo pomeriggio di oggi si sono dati appuntamento sotto l’arco di partenza Dynafit posto nella suggestiva location di lungolago Marconi a Limone sul Garda. Molti di loro hanno alzato bandiera bianca e non se la sono sentita di affrontare le intemperie. Gli altri 180 eroi hanno invece acceso le loro frontali e squarciato le tenebre sui 6km con 1200m di dislivello positivo che li ha portati dritti verso la finish line.

Dato l’alto livello di una starting list davvero mondiale è stata bagarre sino alla fine. A spuntarla con nuovo record del percorso (-32” risetto al crono 2015 di Remì Bonnet) la stella del Bogn Da Nia Philip Götsch. Per lui finish time di 43’19” e un solo secondo di vantaggio sul norvegese del Team Salomon Stian Angermund (43’20”). A completare il podio di giornata il trentino del Team la Sportiva Patrik Facchini -43’47”-. Nella top ten anche Marco Moletto, Rullan Estarelles, Petter Engdahl, Jan Margarit, Hannes Peckman, Jonathan Wyatt ed Emanuele Manzi.

Record gara anche al femminile con la campionessa del Team Adidas Christel Dewalle che si migliora di 48” rispetto al 2015 vincendo in 49’59” su Valentina Belotti del Team La Sportiva -53’15”- e la portacolori della scuderia Mizuno Hilde Aders -54’50”-. A completare la top ten Lina El Kott, Sanna El Kott, Maria Zorozza, Antonella Confortola, Beatrice Deflorian, Karmen Klancnik e Serena Vittori.

Nel ranking di coppa del mondo seconda piazza per Jan Margarit e terza per Ferran Teixido. Al femminile argento per Laura Orguè e bronzo per Maria Zorrozza.

In allegato la classifica completa.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti