Patrick Nasti e Valeria Roffino vincono il Cross Valsugana (TN)

Di MARCO CESTE ,

Patrick Nasti (foto Colombo-Fidal)
Patrick Nasti (foto Colombo-Fidal)

Patrick Nasti  (Fiamme Gialle) e Valeria Roffino (Fiamme Azzurre) sono i vincitori della terza edizione del Cross della Valsugana, seconda prova nazionale di corsa campestre e valida come test indicativo in vista dei Campionati Europei di Belgrado dell'8 dicembre prossimo. In una tiepida Levico Terme, con i colori dell'autunno ed il bianco della fresca neve a specchiarsi nel placido lago, il finanziere triestino ha colto un prezioso successo al termine dei 9 chilometri (un po' abbondanti) della prova maschile precedendo in volata il sorprendente Gabriele Carletti  (Athletic Terni) ed il compagno di colori Gabriele De Nard  (Fiamme Gialle), non ancora al meglio della condizione ma comunque competitivo, specie su un terreno fangoso come quello proposto dal cross organizzato dal Gs Valsugana Trentino. Subito alle loro spalle, si sono fatti largo Gianmarco Buttazzo (Atl. Casone Noceto) ed il vicecampione europeo di corsa in montagna Alex Baldaccini (Gs Orobie) che insieme ad Alessandro Turroni (Pro Patria), sesto, hanno formato il sestetto che ha caratterizzato l'intero svolgersi della prova, fino all'ultimo dei sei giri previsti.

Chiara vittoria invece per Valeria Roffino  sui 7 chilometri della gara femminile: la ventitreenne piemontese ha voluto rompere gli indugi già nella prima parte di gara al fine di evitare sorprese, interpretando quindi una prova in completa solitudine che l'ha condotta al traguardo con margine di sicurezza sulla palermitana Silvia La Barbera  (Forestale) e sulla ventenne Martina Merlo (Aeronautica), sorpresa di giornata; quarto posto quindi per Giulia Francario (Esercito) seguita da Simona Santini (Atl. Brescia). E dominio individuale è stato anche nelle due prove under 20, dove il padrone di casa Yemaneberhan Crippa  (Gs Valsugana Trentino) e la vicentina Federica Del Buono  (Forestale) si sono dimostrati troppo forti per il resto della concorrenza. Il monologo del diciassettenne di Passo Daone, per un mese ancora allievo, ha di fatto lanciato la gara forse più avvincente di giornata, con il piemontese Italo Quazzola  (Atletica Piemonte) a superare allo sprint il maggiore dei Crippa, Nekagenet (Gs Valsugana) per guadagnarsi il secondo posto nella gara ed il primo nella classifica riservata agli junior. Quarto posto quindi per Osama Zoghlami (Cus Palermo), capace di resistere al ritorno di Andrea Elia (Lecco-Colombo Costruzioni). Nella classifica allievi invece alle spalle dell'imprendibile Yeman Crippa si è inserito il senese Yohannis Chiappinelli (Montepaschi Uisp Siena), crollato nel finale dopo aver navigato nelle posizioni calde della sfida per tre quarti di gara. La rientrante Federica Del Buono ha invece fornito tutte le rassicurazioni del caso dopo un 2013 piuttosto complicato per i guai fisici succedutisi. La diciannovenne vicentina ha corso in apparente facilità, spingendo il giusto, senza eccedere, dimostrando comunque di aver ritrovato la perfetta efficienza. Alle sue spalle Giulia Mattioli (Atl. Casinalbo) ha meritato la palma di seconda junior di giornata, precedendo la prima allieva, Angelica Olmo (Cus Pavia); quarta quindi Sveva Fascetti (Studentesca CaRiRi); quinta  junior l'azzurrina Anna Stefani (Ssv Sterzing).

Classifiche 

Ufficio Stampa CR FIDAL Trentino



Può interessarti