La nuova Biella-Monte Camino a Enzo Mersi e Davide Milesi. Tris di Marcella Belletti nella gara femminile.

Di GIANCARLO COSTA ,

Gli ultimi metri di Marcella Belletti per la terza vittoria nella Biella-Monte Camino
Gli ultimi metri di Marcella Belletti per la terza vittoria nella Biella-Monte Camino

Una giornata da incorniciare per gli organizzatori del GSA Pollone, che per l’undicesima edizione della Biella-Oropa-Monte Camino, oltre al nuovo percorso, hanno fornito una giornata con un sole incredibilmente splendente per tutta la giornata; e per il Monte Camino, montagna simbolo del biellese, questa è una vera rarità. L’undicesima edizione di questa corsa in montagna è stata contrassegnata dal cambio di percorso, in onore del Beato Pier Giorgio Frassati, a cui è intitolato un sentiero molto conosciuto nel biellese, che da Pollone porta alla Muanda. Questo ha cambiato tutta la parte bassa del percorso, che dopo la partenza cittadina ha subito lasciato l’asfalto per i sentieri che portavano al Parco della Burcina passando per Pollone. Da qui in poi le rampe della salita si facevano toste, soprattutto nel tratto della Muanda. Quindi un lungo traverso, condito di saliscendi e tratti decisamente “tecnici”, ossia per caviglie a prova di storte, riportavano i corridori verso la pista Busancano (quella di discesa della stazione invernale di Oropa) e quindi si riprendeva il classico sentiero come nelle scorse edizioni, che passava dal rifugio Rosazza, dall’arrivo della funivia Mucrone, per salire verso la vetta del Monte Camino a quota 2391. In tutto sono stati 2300 i metri di dislivello in salita, con 350 metri di discesa e 23 i km percorsi.

La gara maschile, dopo la solita baraonda in partenza, è vissuta sull’azione di Jean Pellissier, Enzo Mersi, Davide Milesi e Francesco Bianco. Dopo il tracciolino, Pellissier cerca l’allungo, che gli fa guadagnare fino a 40 secondi, ma per nulla preoccupati Mersi e Milesi recuperano terreno e si riportano sul battistrada, con Bianco che perde qualche metro, perché sceglie di non tirare al massimo il tratto di discesa a lui più sfavorevole. Quando la salita ritorna a farsi dura Jean cede le armi e la coppia Mersi-Milesi procede fino alla cresta finale che porta al Monte Camino un passo dietro l’altro. Qui decidono di arrivare insieme e quindi sono primi ex-equo in 2h32’44”, un tempo di venti minuti superiore alle ultime edizioni, a conferma della durezza del nuovo percorso. Per Davide Milesi, formidabile atleta di livello nazionale della corsa in montagna del GS Orobie è il secondo successo, per Enzo Mersi, corridore di Pollone in forza all’Atletica Monterosa, è la prima vittoria in questa corsa, l’unica vittoria nelle gare tra biellese, canavese e Valle d’Aosta, che mancava dal suo palmares: finalmente profeta in patria! Sale sul podio con loro Francesco Bianco, 3° in 2h38’53”, con Jean Pellissier che comunque chiude con un buon 4° in 2h42’12”, seguito da Daniele Fornoni 5° in 2h43’, lo svizzero Fredy Schmid 6° in 2h45’53”, Luigi Cocito 7° in 2h52’10”, Silvio Balzaretti 8° in 2h55’06”, Alberto Da Col 9° in 2h56’14” e Alex Scandolera 10° in 2h56’36”.

Marcella Belletti del GSA Pollone serve il tris nella partita femminile della Biella-Monte Camino, con una corsa solitaria dopo i primi 20 minuti, in cui il ritmo era dettato da Joanna Drelicharz della Ginnastica Comense. Ma appena i sentieri si sono raddrizzati, la Belletti ha cambiato passo e s’è involata verso la terza vittoria consecutiva in questa gara con il tempo di 3h08’15” e nella hanno potuto le due brave atlete della Valetudo Rosa, Ester Scotti seconda in 3h25’43” e Marina Plavan terza in 3h30’15”. Quarta piazza per Joanna Drelicharz in 3h31’56” e quinta per Yvonne Kuszell in 3h34’29”.

Poi tanti arrivi, ben 260 i corridori di montagna che si sono cimentati in questa corsa che è ormai la classicissima del biellese, ma che richiama dal resto del Piemonte, dalla Valle d’Aosta e dalla vicina Lombardia, tanti appassionati della corsa sui sentieri di montagna, passione che sarà alimentata nel futuro da questo nuovo percorso, che tra l’altro ha offerto una vera balconata sul biellese e sulle sue montagne. Questa gara fa parte del "Challenge delle montagne Biellesi", la prossima prova sarà il 17 luglio con la Valle Elvo Skyrace, da Sordevolo al Rifugio Coda.

In allegato le foto della Biella-Monte Camino e la classifica completa.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti