Non si resiste al fascino di Villa Tagliarea: 361 alla partenza di Bricherasio

Di GIANCARLO COSTA ,

Villa Tagliarea partenza (foto organizzazione)
Villa Tagliarea partenza (foto organizzazione)

Finalmente il meteo ha accompagnato questa particolare manifestazione podistica giunta alla terza edizione sinora sempre guastata da condizioni meteorologiche al limite. Molti, insperati i partecipanti che han messo in affanno i qualificati organizzatori al momento della consegna dei pacchi gara, qualcuno ha dovuto accontentarsi di 2 bottiglie di vino e 2 crostate,comunque alla fine tutti si sono dichiarati soddisfatti. Certo questa massiccia partecipazione con record di partenti non si spiega solo con la voglia di esserci: qualcosa deve aver attirato quassù, su questo dolce altipiano di Bricherasio, tanti appassionati. Sicuramente il fascino di Villa Tagliarea ed il suo meraviglioso parco in stile italiano che attrae sempre più.

Infine l’accoglienza della proprietaria è piacevole ed indispensabile poiché mette a disposizione il pregevole salone a piano terra, i servizi e le varie coperture che permettono ai partecipanti di essere al riparo per le iscrizioni, il ricco rinfresco ed il ritiro del pacco-omaggio. Si può pur sempre tornare a visitare questa location e magari affittarla anche per un solo giorno per qualsiasi tipo di festa che si voglia organizzare Il sito è www.villatagliarea.com .

I numeri dei partecipanti sono stati di tutto rispetto : 361 con 136 marciatori di cui l ‘11% ragazzi sino a 15 anni e 225 podisti veri con il15% di ragazzi, Colpisce l’evoluzione dei camminatori : oramai si fa sentire con sempre maggior forza la loro presenza : qui alla Tagliarea ha fatto registrare un sorprendente 38% . E’ un dato che colpisce perché non è stato riscontrato solo in questa manifestazione : cresce lentamente il fenomeno di chi si limita a camminare ,magari a buon passo, mentre il popolo dei podisti va lentamente assottigliandosi attratto da gare più estreme o trails sempre più diffusi.

Pur essendo un raduno podistico caratterizzato dal piacere di camminare o correre, com’è sempre sottolineato dai colorati volantini, in distribuzione prima dell’effettuazione della manifestazione i diversi podisti motivati ed allenati non hanno mancato di darsi battaglia sino alla fine.

Per i maschi Barale Andrea a Bert Paolo, sempre in ottima forma e reduce da vittorie fuori casa e da trails internazionali, in testa fin dall'inizio decidevano nel finale di arrivare assieme. Al terzo posto troviamo Becchio dell’Atletica Pinerolo poco distaccato dai due battistrada.

Tra le donne bella prestazione di Guiotto Claudia ( Dora Atletica) che ha messo in fila due coriacee avversarie come Rullo Rosy, sempre in testa fino a pochi mt. dall'arrivo ( Des Amis) e Serventi Manuela ( Atletica Val Pellice) .

Ha concluso la partecipata manifestazione il solito ricco ristoro dopo gara confermando una organizzazione ormai collaudata nonché entusiasta .

Grande soddisfazione dell'Avis Bricherasio (Ente promotore) e dell'Atletica Val Pellice organizzatrice, supportata dalla Podistica None, dal Motoclub Edelweisse e dalla BrikeBike, e delle Onlus: UGI, Telesoccorso Valpellice e Le Ali Spiegate di San Germano Chisone destinatarie della raccolta fondi al netto delle spese.

Nelle varie categorie giovanili questi i primi.

Mini Es. Piton Giulia (Val Pellice) = ES c Long Chiara (Val Pellice)= Bert Cristian(Valle Infernotto,

Es B, Gattino Gabriele (Chierese) – Grangetto Matlde (Atl Pinerolo)

Es A, Bouchard Oatruk (Atl.Val Pellice) – Gattino Giulia (Atl. Chierese)

R/i Allasia Gianluca (Pomarwetto) – Martina Letizia (Atl, Pellice)

C/i Morina Martina (Atl Pinerolo) - Scrivani Andrea (Durbano gas)

Di Claudio Merlo e Pietro Cristini

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti