Nella vita prima o poi lo trovi uno sport che fa appassionare

Di GIANCARLO COSTA ,

L'autore dell'articolo lo psicologo Matteo Simone
L'autore dell'articolo lo psicologo Matteo Simone

Di Matteo Simone

Nella vita prima o poi lo trovi uno sport che fa appassionare, fa
mettere in gioco, fa sperimentare benessere e performance. Lo sport
permette di far parte di una squadra che segue obiettivi condivisi, fa
condividere allenamenti e gare, trasferte e viaggi.
Non c’è un’età per iniziare o per cambiare uno sport, importante è
quello che si sperimenta e a volte le sensazioni e le emozioni sono
ricche e intense. Lo sport è una palestra di vita, una modalità per
sperimentarsi e mettersi alla prova, un’opportunità per apprendere
dall’esperienza e portare a casa sempre insegnamenti.

Lo sport permette di sperimentare tanto, dalla fatica negli allenamenti
e gare alle soddisfazioni per essere riuscito a raggiungere propri
obiettivi. Si impara a conoscere la vita come ciclica, tensione e
rilassamento, fatica e gioia, sconfitte e vittorie, seguendo proprie
direzioni che portano a mete e a raggiungere obiettivi difficili e
sfidanti ma raggiungibili, cercando di trasformare sogni in realtà.
Sali in carrozza, la carrozza dello Sport, fatti trasportare e
coinvolgere, contribuisci a spingere la carrozza con la tua volontà e le
tue forze, segui un coach o un atleta più esperto o diventa il coach di
te stesso, non aspettare il momento migliore, non rimandare, è ora il
momento.

All'inizio può bastare anche un solo minuto al giorno, il resto viene
da sé, sperimentando sempre più benessere e performance. Lo sport
diventerà la tua vera zona di comfort, fidati. E’ importante lavorare su
obiettivi, sul superare errori e sconfitte, si impara da tutto ciò che
succede e si può fare meglio in futuro come individui e come squadra
conoscendosi meglio.
Si impara sempre dall'esperienza, importante è mettersi in gioco,
uscire dalla zona di comfort, solo mettendosi in gioco e facendo
esperienza ci possono essere i presupposti per far meglio e conoscersi
meglio, la prossima volta si potrà fare diversamente e meglio. Solo chi
fa sa.
Lo sport che vogliamo è competitivo ma non aggressivo; uno sport dove
si rispetta se stessi e gli altri, dove si può sperimentare uno spirito
di squadra accogliente e rispettoso dove c'è posto per tutti e ognuno
apporta il proprio importante contributo; uno sport dove la fatica e
l'impegno viene ripagata con riconoscimenti e attestati di stima e di
rispetto.

Lo sport che vogliamo è lo sport che ci permette di metterci in gioco
apprendendo dall'esperienza; uno sport dove si sperimentano sensazioni
ed emozioni; uno sport che fa ritornare a casa soddisfatti e contenti;
uno sport che ci fa lasciare una zona di comfort per apprendere
dall’esperienza.

Lo sport è un mondo dove si può scaricare tensione, dove ci si può
mettere alla prova, dove puoi sentire il tuo corpo, dove ti puoi
testare, dove c’è un percorso, un inizio e una fine come è la vita, dove
trovi tanti compagni di viaggio lungo i percorsi e fai dei tratti con
qualcuno così come succede nella vita, un mondo dove si attraversano
sensazioni ed emozioni, quali ansie, tensioni, paure, stanchezza,
incredulità, gioia, precarietà, niente è stabile niente è per sempre.

Di Matteo SIMONE
http://www.psicologiadellosport.net
http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti