Nel Castle’s Trail di Verrès successi di Enrica Perico e Dennis Brunod

Di GIANCARLO COSTA ,

Dennis Brunod vincitore del Castle's Trail (foto newspower)
Dennis Brunod vincitore del Castle's Trail (foto newspower)

Il Tour Trail Valle d’Aosta si è aperto con un’altra straordinaria edizione del Castle’s Trail, la prova che da tre anni apre il circuito Tour trail Valle d’Aosta e che unisce i comuni di Verrès, Montjovet e Challand-Saint-Victor. A vincere sono stati Enrica Perico (nuovo primato personale) e Dennis Brunod (nuovo record della gara).

Dennis Brunod è stato ancora una volta il più veloce. Il favorito ha vinto per la terza volta consecutiva, facendo segnare il record della gara che aveva realizzato nel 2017. È stato l’unico a stare sotto le due ore e a chiudere in 1h 57’50”, contro l’1h 58’40” di due anni fa. Dennis ha corso metà gara a fianco di Massimo Farcoz che non ha concesso un metro. L’attacco decisivo è poi arrivato nella lunga discesa finale che dal Lago di Villa portava sul traguardo di Verrès. Lì Brunod ha spinto, facendo la differenza nei tratti più tecnici. Farcoz si è dovuto accontentare della seconda piazza in 2h 04’32”; terzo gradino del podio per Nicolas Statti che ha chiuso in 2h 08’26” e che nei chilometri finali ha raggiunto e superato Loris Vuillen, poi quarto.

Avvincente fino agli ultimi chilometri la gara femminile. Enrica Perico, Elisabetta Negra e Sonia Locatelli hanno sempre tenuto le posizioni di testa, lottando nella prima parte del Castle’s Trail (23 chilometri – 1530 metri D+). Perico, partita molto forte, ha poi allungato costruendo un buon vantaggio che ha mantenuto fino al traguardo. Prima in 2h35’50”, nuovo primato personale (2h 37’56”) e secondo successo in due anni nella “sua” Verrès. Dietro è stata bagarre tra Negra e Locatelli, arrivate poi al traguardo a posizioni invertite e distanziate di una manciata di secondi. Locatelli ha coperto la distanza in 2h 39’13”, Negra in 2h 39’56”.

Nel pomeriggio la grande festa riservata ai più piccoli. Oltre 120 giovani hanno partecipato alla prima edizione della Baby Color Run che ha sostituito la prova non competitiva che fino all’anno scorso si svolgeva nelle vie del centro. Partecipazione davvero elevata per questa formula che è piaciuta e che per certo verrà riproposta. Due le partenze, nessun cronometro, nessuna classifica.

Enrica Perico – «Ho rischiato molto, sono partita veloce e a metà percorso le gambe non reggevano più. Solo dopo essermi alimentata ho ripreso la marcia: è stata dura, anche perché dietro avevo avversarie pericolose. Sono contenta del successo, vincere in casa è sempre entusiasmante».
Dennis Brunod – «C’è qualche acciacco, ma di testa sto bene. Ho ancora tanta voglia di gareggiare, è andata meglio del previsto. Ho giocato le mie carte nella discesa finale, dopo aver studiato il mio avversario».

Il Tour Trail della Valle d’Aosta farà tappa ad Arnad con la seconda prova in programma il 6 aprile. Le iscrizioni chiuderanno il 5 aprile, quota di partecipazione di 25 euro.

Fonte acmediapress

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti