Per Nadir Maguet e Christiane Nex vittorie con record sul Mont Nery – Issime (AO)

Di GIANCARLO COSTA ,

Nadir Maguet vincitore della Cronoscalata Mont Nery
Nadir Maguet vincitore della Cronoscalata Mont Nery

Ha raccolto l'eredità sportiva della “Marcia del Dondeuil” che un tempo collegava sportivamente la valle di Gressoney con la val d'Ayas, la “Cronoscalata del Mont Nery – Memorial Coslovich” che si è corsa ieri sabato 23 agosto a Issime nella media valle del Lys in Valle d'Aosta. In tutto sono stati 7 i chilometri di sviluppo e 1450 i metri di dislivello da affrontare in salita, partendo dalla piazza di Issime (quota 980 metri) fino al Bivacco Cravetto (quota 2422 metri) all'Alpe Chlekch. La gara è stata organizzata con passione e dedizione (basti pensare al sentiero che viene segnato e ripulito ormai solo per questa gara) dalla Pro Loco di Issime, con lo Sci Club Mont Nery e le famiglie Cravetto e Coslovich. Salita tosta, 100 metri di asfalto e poi via su per strette mulattiere a gradoni, per circa 600 metri di dislivello, poi un traverso di circa 1 km, dove il vallone si apre, per poi riprendere ad impennarsi tra cenge, pietroni e prati, fino al ripido ma panoramico arrivo posto al Bivacco Cravetto, posto ai piedi dell'imponente Mont Nery.

Una novantina di concorrenti al via, un po' d'imbottigliamento a ridosso dei primi, che vanno via veloci a concludono sotto il tempo del vincitore del 2013, Bruno Brunod. Quasi un passaggio del testimone e di generazione un altro scalatore di razza, il 21enne Nadir “Mago” Maguet di Torgnon, scialpinista della nazionale in inverno e specialista dei Vertical in estate, che difende i colori del Pont Saint Martin e de La Sportiva. Nella seconda parte della salita si libera della compagnia di Franco Collè e di Enzo Mersi e va a chiudere vittorioso in 1h04'40”, quasi 5 minuti in meno del miglior tempo del 2013. Al termine della gara era contento per questa vittoria e per i risultati della stagione in generale, che tra l'altro lo vedono in testa al circuito dei Vertical Kilometer italiani, con l'obbiettivo di far bene la prossima settimana al KV del Latemar, valido come Campionato Italiano Assoluto di specialità FSA. Lo seguono sul podio Franco Collè 2° in 1h05'53”, in ottima forma visto che mancano solo due settimane all'obbiettivo della sua stagione sportiva, il Tor des Geants, dove dopo il terzo posto dello scorso anno potrebbe fare il colpaccio, ed Enzo Mersi 3° in 1h06'50”. Completano la top ten Silvio Balzaretti 4° in 1h07'55”, Matteo Savin 5° in 1h09'19”, Roberto Maguet 6° in 1h10'36”, Nadir Giovannetto 7° in 1h11'57”, Corrado Vigitello 8° in 1h12'46”, Andrea Bastrentaz 9° in 1h14'14” e Henri Grosjacques 10° in 1h14'40”.

Nella gara femminile bissa la vittoria del 2013 e migliora di circa 2 minuti il suo tempo, stabilendo il nuovo record femminile, Christiane Nex dell'Atletica Calvesi in 1h19'38”, seguita sul podio dal Lara Paganone seconda in 1h24'12" e da Cristina Borgesio terza in 1h28'03", con Elisabetta Negra quarta in 1h30'30" e Chantal Vallet quinta in 1h31'19".

In allegato le foto della manifestazione e la classifica completa.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti