Morenic Trail: a Stefano Ruzza la corsa nell'Anfiteatro Morenico d'Ivrea, da Andrate a Brosso (TO)

Di GIANCARLO COSTA ,

Stefano Ruzza vincitore e Stefano Roletti organizzatore del MorenicTrail
Stefano Ruzza vincitore e Stefano Roletti organizzatore del MorenicTrail

Siamo arrivati alla quarta edizione del Morenic Trail, una gara che si corre individualmente o a staffetta percorrendo sentieri e strade sterrate nell'Anfiteatro Morenico di Ivrea sulle morene del ghiacciaio Balteo. Nata dall'idea di Stefano Roletti, che voleva coniugare sport, territorio e divertimento, anno dopo anno sta ritagliandosi sempre di più il suo spazio di gara di fine stagione,

110 i chilometri di gara: da Andrate al lago di Bertignano (Serra d'Ivrea 21 km), dal lago di Bertignano al Ponte sulla Dora (Morena Est 35 km), dal Ponte sulla Dora al Ponte Preti di Strambinello (Morena Ovest 35 km) e da qui al traguardo di Brosso (Morena Chiusella 18 km). Circa 300 i trailer, 125 nella gara individuale, gli altri impegnati nelle staffette. Oltre 100 anche i volontari dall'AIB, al soccorso, alla croce rossa, distribuiti nei punti nevralgici del percorso. E poi la festa musicale nella piazza di Brosso per tutta la notte, la Morenic Parade, musica moderna e tradizionale. Insomma un cocktail di componenti che ben amalgamati regalano una bella pagina di sport nella natura canavesana, dalla Serra ai confini con il Biellese, alla Valchiusella.

I più veloci di tutti sono stati come nel 2012 i 4 componenti della staffetta “Gli inseguitori del Falco”, Alex Garda, Diego Vairos, Fabrizio Vige' e Silvano Guidolin primi in 9h26'35”, quindi "Tre uomini e una gamba" secondi in 9h40'27" e "Il cinghiale e i biturami" terzi in 9h54'34".

Chi invece metta la sua firma per la prima volta nell'albo d'oro del Morenic Trail è Stefano Ruzza, lombardo del Team Vibram, che si aggiudica la gara in 10h42'. Partito tranquillo, al primo quarto di gara transitava in settima posizione, quindi a metà percorso era quarto e da qui in poi aumentando l'andatura si portava in testa alla gara che non mollava più fino al traguardo di Brosso, tagliato in 10h42'. Lo seguono sul podio un ottimo Daniele Gaido 2° in 10h59' e Davide Grazielli 3° in 11h27'. Nella gara femminile vittoria di Denise Zimmerman in 12h49'38", seconda Carolne Roehrl in 12'59'47" e terza Alessandra Perona in 14h47'26".

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti