Morenic Trail: i commenti del giorno dopo

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza Morenic Trail (foto Pantacolor)
Partenza Morenic Trail (foto Pantacolor)

Concluso il Morenic Trail è tempo di tirare le somme. Una manifestazione sportiva di trail running che nei suoi diversi percorsi e formule, ha portato a correre per 119 km con 2540 metri di dislivello sui sentieri dell’Alta Via dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea da Andrate a Brosso, oltre 500 corridori, record di partecipazione delle 9 edizioni fin qui disputate.

Gara che ha avuto il patrocinio della Città di Ivrea e della Regione Piemonte, che nella persona dell’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris così commenta:
“Un successo di presenze e di organizzazione, che ha dato il giusto risalto alla splendida cornice morenica solcata da un popolo di sportivi determinati e coraggiosi. Un plauso per il grande valore agonistico lo dedico con gioia a Gabriele Abate, noto prima come atleta, poi come organizzatore di eventi e tornato nuovamente in gara per misurarsi con successo in questa competizione estrema”.

Nelle parole di Gabriele Abate, vincitore del Morenic Trail, la sintesi di un’opinione condivisa da tutti i partecipanti:
"Il Morenic Trail è una delle gare che vorrei rifare tutti gli anni, quando la finisci vorresti ripartire. Amo questi percorsi veloci con finale in salita, amo tantissimo tutti i ristori, i volontari e gli appassionati che quando attraversi i loro paesi, i loro boschi e i loro campi sono li a farti il tifo e a rimanere stupiti come se stessero passando dei super atleti. Poi arrivi al ponte Preti al chilometro 100, mangi una pastina calda in 3 minuti ed inizi a scalare verso Brosso, mentre il bosco diventa buio e senti cadere i ricci con le castagne. Sali e trovi sempre più tifo per poi arrivare nella piazza di Brosso dove ti accolgono centinaia di persone tutte in festa e la festa continua fino alla colazione e alla premiazione. Grazie agli organizzatori e ai volontari, ogni volta che potrò, sarò presente!"

Infine il commento di Stefano Roletti anima e cuore dell’organizzazione del Morenic Trail:
“E’ stata gara, festa e poesia. Tutta la gente dell’Anfiteatro Morenico Balteo era fuori a far festa e soprattutto ad accogliere gli atleti. Tutto con leggerezza ma con calore, in una giornata bellissima di inizio autunno. Poi a Brosso l’esplosione della festa, la Morenic Parade all’arrivo dei primi atleti; gli atleti portati a ballare in pista con il pubblico, per tutta la notte.”

Appuntamento a tutti per il 2019, con la decima edizione che avrà il prestigioso abbinamento con la gara americana Western States, di cui il Morenic Trail sarà gara qualificante per i corridori europei.

Articolo Publiredazionale

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti