Ai Mondiali di corsa in montagna del Tonale, Italia d’argento a squadre maschili, femminili e individuale per Valentina Belotti

Di GIANCARLO COSTA ,

Valentina-Belotti-seconda-al-Mondiale.jpg-(foto-corsainmontagna.it)
Valentina-Belotti-seconda-al-Mondiale.jpg-(foto-corsainmontagna.it)

L’Italia nel mondiale casalingo di corsa in montagna resiste bene e conquista 4 medaglie, 3 d’argento e un bronzo. Prima le donne, visto che l’impresa più bella giornata per i colori azzurri la compie Valentina Belotti, seconda alle spalle della fuoriclasse austriaca Andrea Mayr al passo d’addio dall’atletica agonistica con i quarto titolo iridato. Nella gara a squadre ci superano le americane, ma l’Italia è d’argento con Belotti 2a, Renate Rungger 13a, Alice Gaggi 14a e Antonella Confortola 17°.

Nella gara junior maschile ottimo 5° posto del trentino-etiope Nekagenet Crippa e bronzo a squadre per loro.

Nella gara più attesa, la senior maschile, i pronostici che vedevano l’Eritrea favorita sono stati purtroppo confermati. Tre africani nei primi quattro, con l’oro a Petro Mamo, l’argento a Azeria Teklay e il bronzo al russo Safronov. Ma l’Italia ha saputo rispondere con Gabriele Abate 5°, Alex Baldaccini 6° e Marco De Gasperi 7°, che assieme a Xavier Chevrier 13° e Bernard Demateis 19°, regalano alla formazione diretta da Raimondo Balicco un argento mondiale dietro alla fortissima Eritrea e davanti agli Stati Uniti.

A breve la cronaca, le foto ed il commento di Piergiorgio Chiampo, tecnico della Nazionale Italiana.

  • Snowboarder, corridore di montagna, autore per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it e bici.news. In passato collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999, collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000. Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD e MONTAGNARD FREE PRESS dal 2002 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT nel 2006. Collaboratore della rivista ALP dal 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti