Mo Farah vince i 10000 metri ai Mondiali di Londra, terzo titolo iridato

Di GIANCARLO COSTA ,

Mo Farah vincitore 10000 metri Mondiali Londra 2017 (foto fidal colombo)
Mo Farah vincitore 10000 metri Mondiali Londra 2017 (foto fidal colombo)

Iniziano con un boato i Campionati del Mondo di Londra. La prima giornata, come da copione, si conclude con i 10000 metri che incoronano per la terza volta Mo Farah al termine di una gara gestita da keniani e ugandesi. La volata-killer del britannico non perdona e si impone in 26m49s51c, miglior tempo mondiale dell'anno nel tripudio di tutto lo stadio. A fine gara entrano in pista anche i suoi quattro figli con il più piccolo che viene portato orgogliosamente sulle spalle sotto le tribune.
A metà gara i kenyani e gli ugandesi hanno accelerato troncando il listone dei partecipanti in due metà, con 14 atleti, tutti neri e nessun caucasico, a giocarsi gli ultimi chilometri. Il ritmo si alza a cinque giri dalla fine, mille metri da 2’43” a 2’39”, con l'etiope Hadis a guidare. A due giri dalla fine Farah sale in cattedra e va in testa per il copione visto altre volte. L'ultimo giro illude Paul Tanui ma è Farah a metter giù il rettilineo killer che lo porta al terzo titolo mondiale dopo quelli di Mosca e Pechino. Il britannico vince in 26:49.51, miglior prestazione mondiale stagionale e secondo tempo di sempre ai campionati del mondo, con l'entusiasmo del pubblico alle stelle, come nella Londra dell'Olimpiade 2012, altra entusiasmante recita dell'invincibile britannico. Argento, il primo del suo paese in un 10000 iridato, all'ugandese Joshua Cheptegei in 26:49.94. Bronzo, il terzo di fila, a Paul Kipngetich Tanui in 26:50.60.

L’Uganda è ormai una realtà, ricordate i Mondiali di corsa in montagna con la tripletta ugandese, il Kenya esce battuto, l'Etiopia è cancellata dalla zona-podio per il secondo mondiale consecutivo. Su tutti il re è sempre lui, Mo Farah. Ora lo attendono i 5000 per l'ultimo trionfo su pista, prima di iniziare l’avventura sulla strada della maratona.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti