Al MiniKima vittorie di Fabio Bazzana e Michela Benzoni

Di GIANCARLO COSTA ,

Fabio Bazzana (foto organizzazione Kima)
Fabio Bazzana (foto organizzazione Kima)

Quasi 400 concorrenti per le due gare non federali del sabato mattina che di fatto hanno alzato il sipario sulla due giorni mondiale del Trofeo Kima 2014. Ai nastri di partenza tanti amatori, ma anche diversi atleti di buon livello, soprattutto sulla prova agonistica disegnata nel parco naturale della Valmasino. Prova ne è che i precedenti record di Maurizio Torri (1h10’48”) sono saltati con i successi da primato griffati Fabio Bazzana (Team Salomon) e Michela Benzoni (Atletica Alta Valtellina). Il primo ha tagliato il traguardo di Filorera in 57’44”, mentre la seconda ha trionfato nella gara in rosa in1h10’38”. Per la cronaca a sputarla nella non competitiva da 6km i più veloci sono stati Diego Rossi e Samantha Bertolini.

Per quanto riguarda la cronaca della gara lunga, quella competitiva con un tecnico tracciato che in base alle ultime misurazioni satellitari ha uno sviluppo di poco superiore ai 14km (dislivello totale di 600m), una partenza sostenuta di Enzo Vanotti ha subito messo in chiaro che per vincere, il forte atleta bergamasco Fabio Bazzana avrebbe dovuto sudare. Il runner della Val Seriana non si è però fatto pregare pigiando sull’acceleratore e transitando a ritmi sostenuti sia al giro di boa all’alpe Resega, sia al traguardo di Filorera. Per lui come anticipato, crono di 57’44” che gli ha permesso imporsi sul talento di casa Francesco Della Torre 58’11” e sull’esperto Enzo Vanotti -59’28”. A seguire, nell’ordine troviamo Eli Enman, Mirko Bertolini, Francesco Leoni, Thomas Capponi, Andrea Prandi, Maurizio Torri e Roberto Pedroncelli.

Al femminile altro esordio da record per Michela Benzoni -1h10’38”-. Sul podio con lei la juniores azzurra di corsa in montagna Roberta Ciappini 1h12’38” e la skyrunner lecchese Chiara Gianola h12’58”.

Archiviate le due gare del sabato, domani l’area antistante il centro polifunzionale della montagna di Filorera tornerà ad animarsi con i 236 del Trofeo Kima. Per loro partenza di buon ora e una cavalcata sul Sentiero Roma che si preannuncia stellare visto il livello della starting list.   

Sintesi Percorso Trofeo Kima:

Partenza da Filorera (870m), Val di Predarossa, Rifugio Ponti, Passo Cameraccio, Passo Torrone, Rif Allievi- Bonacossa, Passo Averta, Passo Qualido, Passo Camerozzo, Rif Gianetti, Passo Barbacane, Rif Omio, Bagni di Masino, Piana di Bregolana, San Martino e arrivo a Filorera (870m).

Tempi da battere:

Kilian Jornet  6h19’03”

Nuria Picas 7h36’21” 

Sviluppo

52Km dislivello in salita di 4.200m e altrettanti in discesa valicando sette passi tutti sopra i 2500m; quota massima passo Cameraccio 2.950m (traguardo volante).

Fonte Maurizio Torri – ufficio stampa Kima

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti