Alla Milano Marathon vittorie del keniano Kenneth Mungara e Lucy Karimi, terza l’azzurra Fatna Maraoui

Di GIANCARLO COSTA ,

Il vincitore della Milano Marathon Kenneth Mungara (foto Fidal/Colombo)
Il vincitore della Milano Marathon Kenneth Mungara (foto Fidal/Colombo)

Una tripletta keniana fra gli uomini ma anche il bel terzo posto - con annesso primato personale - dell’azzurra Fatna Maraoui fra le donne: si conclude così la maratona di Milano, svoltasi in una calda mattinata meneghina. La XV SuisseGas Milano Marathon, organizzata da RCS Sport e giunta alla quindicesima edizione nell'anno dell'EXPO, vede una classifica maschile dalle forti tinte keniane, con tutti i primi cinque atleti al traguardo provenienti dagli altopiani. Il primo è Kenneth Mungara in 2h08:44, un crono che definisce il nuovo primato del mondo over40: Mungara compirà infatti 42 anni il 7 settembre. Con un PB di 2h07:36 corso a Praga nel 2011, è arrivato alla maratona in età adulta, correndo la sua prima 42,195 chilometri solo nel 2006, a 33 anni. Alle sue spalle oggi arrivano i più giovani connazionali Cyprian Kotut (23 anni, all’esordio sulla distanza capace di 2h08:55) e Philomen Baaru (33 anni, oggi a 2h09:08).

Il giovane Ahmed El Mazoury (Fiamme Gialle), atteso all’esordio, si ritira invece prima del 15° chilometro indebolito dai primi sintomi di un’influenza.

Fra le donne non delude la favorita della vigilia, la keniana Lucy Karimi oggi al traguardo a Porta Venezia in 2h27:35, a 27 secondi dal recente primato personale corso a Dubai. Dietro di lei l’etiope Geda Lemma (2h29:49) ma soprattutto, al terzo posto, l’azzurra Fatna Maraoui che oggi si migliora di oltre tre minuti, fermando i cronometri a 2h33:16. Per la portacolori dell’Esercito si tratta della terza uscita sulla distanza dopo il 2h36:32 ottenuto il 27 aprile 2014 in occasione della vittoria alla maratona di Padova e una sporadica uscita nel 2007 a Venezia (2h37:22). La 38enne piemontese di origini marocchine, da anni residente a Biella, un mese fa aveva corso la maratonina RomaOstia in 1h12:15.

Nelle prime posizioni arriva anche la compagna di squadra Laila Soufyane, che però oggi non riesce ad avvicinare il PB (2:34:13 a Torino nel novembre scorso) e conclude quinta in 2h38:05.

La maratona di Milano è stata premiata oggi da una presenza assolutamente d'eccezione, quella dell'ex recordman mondiale di maratona e vincitore di due ori olimpici nei 10.000 metri in pista (1996 e 2000) Haile Gebrselassie. Il quasi 42enne etiope ha collaborato in questi mesi alla definizione del nuovo tracciato, totalmente rinnovato con la novità del circuito ad anello, con partenza e traguardo in Corso Venezia e due zone di arrivo separate: una per i maratoneti e una per chi corre la staffetta. Presente a Milano anche la campionessa europea di maratona Anna Incerti (Fiamme Azzurre) che ha corso una frazione della staffetta benefica per raccogliere fondi in favore di un’organizzazione non profit.  

Fonte Fidal.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti