Mattia Scrimaglia e Romina Cavallera Campioni Piemontesi di Km Verticale a Villar San Costanzo (CN)

Di GIANCARLO COSTA ,

Il Km Verticale di Villar San Costanzo.jpg
Il Km Verticale di Villar San Costanzo.jpg

Gara di corsa in montagna di alto livello quella corsa sabato pomeriggio sulle pendici del Monte San Bernardo (quota 1620 metri), montagna posta all’ingresso della Val Maira, i cui sentieri in 5 km e 1000 metri di dislivello, portano dal paese di Villar San Costanzo alla vetta. La gara è denominata Km Verticale dei Ciciu, caratteristici e pittoreschi monumenti naturali che in occitano significano “fantocci di Villar” o “pupazzi di pietra”, che sono sculture morfologiche paragonabili a funghi rocciosi.

In 125 all’assalto dello scudetto sabaudo di Campione Regionale di corsa in montagna, specialità Km Verticale. Dopo la partenza a razzo di Romina Cavallera, che oltre a vincere gara e titolo, stabilirà il nuovo record della gara femminile, che affronta in testa al gruppo i primi metri di corsa, ripresisi dallo stupore, Mattia Scrimaglia e Marco Moletto iniziano a tirare il gruppo, che nel ripido tratto iniziale di asfalto si sfalda sotto l’azione dei 2 giovani corridori (entrambi del 1987). Entrati nel ripido sentiero nel bosco, Scrimaglia prende a Moletto qualche metro di vantaggio, che incrementa nel tratto mediano della gara, punto in cui si fa un traverso pianeggiante, prima di affrontare il ripido pendio finale.

Quindi a Mattia Scrimaglia del Bognanco vittoria, titolo e nuovo record della gara in 40’34”, con Marco Moletto 2° in 41’12” (anche lui sotto il precedente record), 3° un ottimo Fabio Cavallo in 43’40”, 4° Wilhem Bonato in 44’50” (Campione Piemontese Master A), 5° Simone Cappelletti in 45’11”, 6° Taziano Odino in in 45’13”, 7° Graziano Giordanengo in 45’18”, nel doppio ruolo di corridore e organizzatore, 8° Fabio Cappelletti in 45’35”, 9° Walter Pozzoli in 45’46” e 10° Mauro Uccelli in 45’58”. A Matteo Pellegrino e Paolo Musso rispettivamente i titoli promesse e Master B.

Grande prestazione come detto di Romina Cavallera del Roata Chiusani nella gara femminile, che abbassa di quasi un minuto il precedente record, che porta a 48’15”, superando Francesca Bellezza, a sua volta protagonista di un’ottima prestazione, seconda in 51’56”, terza Katarzyna Kuzminska in 53’03”, quarta Daniela Bonnet in 54’12”, vincitrice del titolo Master A e quinta Marina Plavan in 55’16”, a sua volta vincitrice del titolo Master B.

In allegato la classifica e le foto della manifestazione.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti