Maratona di Roma: Alex Zanardi al terzo sigillo

Di MARCO CESTE ,

Alex Zanardi all'arrivo
Alex Zanardi all'arrivo

Il campione paralimpico Alex Zanardi ha messo a segno domenica la sua terza vittoria nella prova di handbike alla 19^ Acea Maratona di Roma, tagliando per primo il traguardo in 1:12:15. L'ex pilota di Formula 1, già vincitore nel 2010 e nel 2012 (quando aveva registrato il primato della gara in 1:11:46), si aggiudica così anche questa edizione, precedendo sul podio Mauro Cratassa e Saverio Di Bari.

“Anche oggi vale il motto 'non c'è due senza tre'” ha dichiarato all'arrivo “Quest'anno è stato bellissimo, tutti hanno urlato più forte del solito, forse per quello che mi hanno visto fare a Londra; per me questo è un giorno felice, se potessi ripartirei subito per un altro giro. Ho iniziato piano perché credevo che Mauro Cratassa avesse un problema tecnico e l'ho aspettato, poi lui mi ha detto di andare e io ho dato tutto nella seconda parte, che è stata più veloce dell'anno scorso. Devo ammettere che per me è tutto più facile: non è che tutto ciò che tocca Zanardi diventa oro, è solo che ho più disponibilità rispetto a tutti gli appassionati della nostra disciplina”.

Quest'anno la gara handbike partita è stata valida come prima tappa del Giro d'Italia di Handbike, che conta 73 iscritti in otto categorie. Con questo primo posto Zanardi si aggiudica anche la maglia rosa nella categoria H4; il secondo classificato Mauro Cratassa conquista la tappa nella categoria H3, mentre nella categoria H2 vince il terzo classificato Saverio Di Bari.  

Ufficio Stampa Maratona di Roma