La Maratona di Chicago senza “lepri” con il successo dei keniani Dickson Chumba e Florence Kiplagat

Di GIANCARLO COSTA ,

Il keniano Dickson Chumba vincitore della maratona di Chicago (foto iaaf)
Il keniano Dickson Chumba vincitore della maratona di Chicago (foto iaaf)

La 38a edizione della Maratona di Chicago ha offerto la novità, dell'assenza dei "pacemakers" dopo oltre vent'anni. L'intento degli organizzatori era quello di riportare la storica corsa dell'Illinois a un contesto agonistico più serrato, tirandosi fuori dall'annuale corsa al record cronometrico, che non penalizza certo la partecipazione, visto che in 37000 hanno corso questa maratona.

Dickson Chumba, primo in 2h09'25” e vincitore nel 2012, l'anno scorso era giunto terzo pur impiegando cinque minuti in meno del tempo registrato ieri. Il keniano nel 2008 ha vinto la maratona di Roma, l'anno dopo è giunto secondo a Carpi. Florence Kiplagat, primatista mondiale di mezza maratona, ha ottenuto la vittoria in 2h23'33” dopo il secondo posto dell'anno scorso.

La gara maschile si è decisa dopo il 35° km con la fuga dei favoriti Chumba e Kitwara. Un testa a testa di breve durata e  Chumba in grado di allungare e vincere con 25 secondi di vantaggio su Kitwara, secondo in 2h09'50”, terzo l'altro keniano Samuel Ndungu in 2h10'06”, che ha preceduto di 1 secondo l'etiope Gebru, 5° l'americano Puskedra in 2h10'24”.

Nella gara femminile lotta tra la keniana Kiplagat e l'etiope Melese, risolta a favore della prima in 2h23'33”, con la Melese 2a in 2h23'43”, 3a Berhane Dibaba in 2h24'24”.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti