Il maltempo ferma il Collontrek al Col Collon, vincono Lauenstein-Gonon su Brunod-Maguet e Antonioli-Boscacci

Di GIANCARLO COSTA ,

Le prime due coppie del Collontrek al rifugio Prararyer
Le prime due coppie del Collontrek al rifugio Prararyer

E' stata una festa a metà quella di oggi in Valpelline per il Collontrek, la gara transfrontaliera di trail running che parte dalla Valpelline, Bionaz-Diga Place Moulin, per arrivare in Val D'Herens ad Arolla, passando attraverso il col Collon a quota 3000 metri, l'antica via dei contrabbandieri, oggi via di comunicazione degli escursionisti, un modo per rinsaldare l'amicizia tra le due vallate italo-svizzere, tra il Vallese e la Val d'Aosta.

Ieri al briefing di Valpelline c'era aria di festa, la maggioranza dei concorrenti erano svizzeri, le tavolate mischiavano lingue ed esperienze diverse, le raccomandazioni degli organizzatori, tradotte come al solito dalla voce carismatica di Silvano Gadin, lasciavano prevedere una grande giornata di sport, un viaggio tra queste splendide montagne, partendo da un lago, pur se artificiale della diga di Place Moulin. Purtroppo quel'1% di probabilità (ieri si era detto che la gara passava al 99%, magari con un po' di ritardo per aspettare il miglioramento del meteo previsto in giornata), ha avuto la meglio sulla splendida organizzazione del Collontrek diretta da Laurent Pitteloud (Svizzera) e Maurizio Lanivi (Italia).

Ed ecco che è stato un Collontrek a metà, fermato al culmine della salita del Col Collon a causa del maltempo con una bufera di neve e vento sul versante svizzero, vinto dalla coppia Franco-Svizzera Marc Lauenstein e il François Gonon in 1h19'50” (il primo già vincitore della Sierre Zinal e il secondo vincitore dei Vertical di coppa del mondo skyrunnig a Chamonix e Val d'Isere), che superano di poco, solo 40 secondi, Dennis Brunod e Nadir Maguet, con la coppia del Centro sportivo Esercito Daniel Antonioli e Michele Boscacci che completano il podio, terzi a 2 minuti.

Tra le donne distacchi minimi, con la vittoria che va alle svizzere Annelyse Locher-Melanie Corthay in 1h58'07”, seguite dalle sorelle di Gressoney Annie e Katrin Bieler seconde in 1h59'11” e terze Jessica Gerard-Stefania Canale in 1h59'18”.

Nelle coppie miste, vittoria dei valdostani Clos Christophe-Vicari Joelle Hélène in 1h55'05", secondi gli svizzeri Brodard Maxime-Fatton Marianne e terzi Pythoud Karine e Joel.

Le dichiarazioni

Maurizio Lanivi (Organizzatore e Sindaco di Valpelline): "Siamo stati costretti a fermare la gara al Col Collon, la sicurezza innanzitutto. Le condizioni sono critiche, per il vento, il freddo e una spanna di neve caduta, non potevamo permetterci di avere 900 persone sul ghiacciaio senza visibilità. E questo vuol dire spostare tutta la macchina organizzativa, pasti e premiazioni di nuovo a Valpelline, è stata dura ma ce l'abbiamo fatta."

Dennis Brunod: "E' stata una gara tirata, siamo partiti forte nel tratto in piano con i vincitori, poi appena iniziata la salita nel tratto ripido sono venuti sotto Antonioli e Boscacci, quindi Lauenstein e Gonon hanno riguadagnato secondi e non siamo riusciti a riprenderli fino allo stop. Forse in discesa potevamo giocarcela per la vittoria, ma comunque secondi dietro a due corridori di questo calibro va bene così."

Guarda la classifica completa

A breve la fotogallery con tutte le immagini della giornata del Collontrek.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti