A Malonno Cesare Maestri e Heidi Davies vincono il Fletta Trail

Di GIANCARLO COSTA ,

Cesare Maestri vincitore del Fletta Trail (foto Gulberti)
Cesare Maestri vincitore del Fletta Trail (foto Gulberti)

Un weekend avvincente anche quest’anno per la corsa in montagna a Malonno (Brescia), con il 56esimo Memorial Bianchi e due tappe dell’Eolo FIDAL Mountain and Trail Running Grand Prix. Nella gara più attesa, domenica 4 agosto, il Fletta Trail, trionfa ancora Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe) al termine di 21 km e 1100 metri di dislivello positivo. Dopo una partenza controllata, il trentino rimonta sugli atleti che avevano animato la sfida nelle fasi iniziali, l’eritreo Filmon Abrham e il britannico Robbie Simpson. Ad accendere il finale è il duello con lo scozzese, per un’andatura che conduce l’azzurro a centrare il secondo successo consecutivo di fronte al pubblico in piazza Repubblica e il record della prova in 1h25’26” superando il primato di Petro Mamu. Lo stesso Simpson, in seconda posizione, scende al di sotto del precedente limite, mentre al terzo posto si presenta un generoso Abrham. Quarta e quinta piazza rispettivamente al keniano Timothy Kirui e al “brit” Andrew Douglas. Bernard Dematteis (Corrintime), secondo degli italiani dopo Maestri, è settimo con 1h31:17. In una top ten di livello internazionale trovano spazio anche Alberto Vender (Valchiese, nono) e Luca Cagnati (Atl. Valli Bergamasche Leffe, decimo).

DONNE - Al femminile si assiste al nuovo successo della gallese Heidi Davies, che strappa ancora la vittoria con una gara paziente e intelligente. La competizione è animata dalla ruandese Primitive Niyirora (Gs Orecchiella Garfagnana), poi quinta al traguardo, che fa selezione fin dalle prime rampe ma la Davies, ormai di casa su questi sentieri, rimonta e regola in 1h41:25 una comunque superlativa Elisa Sortini (Atl. Alta Valtellina), stavolta davanti all’irlandese Sarah McCormack dopo il secondo posto nella Snowdon Race di due settimane fa in Coppa del Mondo, entrambe attardate di oltre quattro minuti. Quarto posto per la ceca Lucie Marzanova, seguita dalla Niyirora. Un altro nome italiano tra le migliori è quello di Stefania Cotti Cottini (Gp Pellegrinelli), che si aggiudica la settima piazza.

Fonte fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti