Luca Miori vince il trail del Gevero. A Cristiana Follador la gara femminile

Di GIANCARLO COSTA ,

Luca Miori Valetudo skyrunning Italia
Luca Miori Valetudo skyrunning Italia

Domenica 9 novembre Cison di Valmarino provincia di Treviso.

Nonostante le proibitive condizioni metereologiche, si è rivelata un vero successo la prima edizione del Trail del Gevero. Una task force di volontari distribuiti lungo tutti i 40 km del tracciato, sulle montagne, sotto una pioggia fitta ed incessante, ha permesso ai 540 atleti iscritti di sfidarsi sui due percorsi di questo affascinante e massacrante trail: pertanto un bravo a tutti, atleti, e volontari, uniti nel sacrificio e nella gioia di una giornata da incorniciare.

Tornando alla corsa, il risultato che non ti aspetti nella 40 km maschile: l'atleta favorito, Ivan Geronazzo, è stato battuto per un niente sui sentieri di casa da Luca Miori Valetudo skyrunning Italia,  terzo Stefano Fantuz. Nella 20 km maschile Gianpietro Barattin ha battuto l'inossidabile Lucio Fregona e Eddj Nani. 

Per le donne nella 40 km ha dominato Cristiana Follador, davanti a Monica Penzo e Fabia Gallina, mentre nella 20 km Sara Della Colletta ha vinto precedendo Laura Bello e Mirella Pergola.

A fine corsa Ivan Geronazzo, al penultimo appuntamento di una stagione indimenticabile, si è detto entusiasta del percorso e dell'organizzazione. Geronazzo è rimasto ben oltre le premiazioni per aspettare l'ultimo arrivato. Dopo quasi undici ore di corsa, con il pettorale 107 si è presentato in piazza al traguardo Luca Scuderi. Ad aspettarlo ha trovato gli organizzatori, l'amministrazione comunale e tanti atleti per un terzo tempo da brividi. Ecco, la vera essenza del Trail del Gevero è tutta qui: in questo intenso rapporto che si è creato tra organizzatori ed atleti, perché, come ha ripetuto lo speaker ufficiale Alex Geronazzo agli atleti che arrivavano stremati, "...quella che avete addosso non è acqua, ma gloria !"

Il racconto del Trail del Gevero da parte del vincitore Luca Miori della Valetudo Skyrunning Italia.

“Giornata uggiosa nelle prealpi trevigiane con un'insistente pioggerellina.

Il forte maltempo dell'ultima settimana ha messo a dura prova il comitato organizzatore che ha saputo presidiare al meglio il percorso garantendo la massima sicurezza. Dopo lo start in contemporanea dei due percorsi ( 20km D+1400m e 40km D+2460m); il trail lungo prevedeva 7km ondulati di "riscaldamento" al termine dei quali già si delineava il quartetto di testa diretto dal forte atleta locale e specialista dei Trail Ivan Geronazzo.

Nella prima ascesa di 1100m in appena 5km Ivano Molin perde l'aggancio e la gara prosegue con un terzetto composto da Geronazzo, Fantuz e Miori fino all'inizio dell'ultima salita.

Qui Fantuz accusa la fatica e il freddo, io attacco la salita assieme a Ivan: le gambe sono belle reattive ed imposto un ritmo agile che ben presto affatica l'avversario permettendomi di guadagnare preziosi metri. Allo scollinamento finale reagisco bene ai tratti molto scivolosi e all'alternanza continua ed inaspettata di saliscendi fino ad affrontare il tratto roccioso più tecnico della gara; procedo con sicurezza senza strafare fino ad imboccare gli ultimi 3 km in discesa su strada cementata dove allungo la falcata. Nel borgo di Cison di Valmarino l'ultimo tratto suggestivo lungo il torrente che preserva però passaggi molto scivolosi ed impone la massima attenzione. Al traguardo sono accolto con un caloroso applauso e con dell'ottimo Prosecco di festeggiamento assieme ad Ivan, compagno di questa splendida avventura.

Per altre info: http://traildelgevero.com/

Commento di Luca Miori.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti