Livigno Skymarathon: secondi Elisa Desco e Daniel Antonioli

Di GIANCARLO COSTA ,

Elisa Desco in testa alle Skyrunning World Series (foto skyrunning)
Elisa Desco in testa alle Skyrunning World Series (foto skyrunning)

Griffe prestigiose per la 4ª edizione della Livigno Skymarathon che, su un inedito percorso da 31km (2650m D+), ha visto trionfare il giapponese Ruy Weda e la spagnola Sheila Avilés.
Sul podio della prima tappa italiana di Migu Run Skyrunner World Series, anche l’italiano Daniel Antonioli e lo spagnolo Oriol Cardona. Al femminile seconda si è invece piazzata la campionessa di casa Elisa Desco, mentre terza è giunta l’altra spagnola Gisela Carrion. 600 atleti da 23 differenti nazioni ai nastri di partenza (350 sulla prova principe), hanno dato vita a un’edizione stellare resa ancora più mitica dalle vette ancora innevate.
Alla luce di questi piazzamenti Oriol Cardona e Ruy Ueda insieme al maschile e Elisa Desco al femminile guadagnano la testa del ranking di World Series.

L’EVENTO
Il comitato organizzatore, nelle ultime settimane, è stato chiamato ai lavori straordinari dopo le abbondanti precipitazioni primaverili che hanno lasciato in quota tanta neve e reso impossibile l’utilizzo del percorso originale. Il direttore percorso Adriano Greco, supportato dal campione di casa Marco De Gasperi e dai numerosi volontari, sono comunque riusciti a proporre un itinerario tecnico e selettivo che ha letteralmente esaltato i big mondiali della specialità. Ancora una volta Livigno si è quindi dimostrata sede “top” per le discipline outdoor legate al mondo della montagna.
Oltre “Super Sky” che ha visto schierato ai nastri di partenza i galacticos di coppa, unanimi consensi anche per la K17 dedicata al popolo delle corse a fil di cielo.

LA GARA
Pronti, via e il giapponese Ruy Ueda ha subito impresso alla gara un ritmo altissimo. Ritmo tenuto sulla prima ascesa verso il Crap da la Parè dal campione di winter triathlon Daniel Antonioli. Dietro era bagarre per le posizioni di alta classifica tra Luis Alberto Hernando (ESP), Oriol Cardona (ESP), Petter Engdahl (SWE), Jia Erenjia (CHN), Marc Casal Mir (AND), Oscar Casal Mir (AND) e Zaid Ait Malek (ESP). Con il passare dei chilometri il giapponese, già vincitore della prima tappa 2019 di Migu Run Skyrunner World Series, ha preso il largo per poi presentarsi in solitaria sul traguardo di Livigno in 3h22’57”.

Uno stoico Daniel Antonioli resiste all’attacco dei suoi avversari guadagnando il suo primo podio di world series in 3h24’37”. Autore di una prova tutta in rimonta il leader di coppa Oriol Cardona si è preso il gradino più basso in 3h26’24”. Completano la top ten di giornata Luis Alberto Hernando, Zaid Ait Malek, Eduard Hernandes, Ander Inarra, Pablo Villa, Adolfo Gustavo Buitrago e Alejandro Pujol Forcades

Gara vera anche al femminile con la spagnola Sheila Avilés subito all’attacco e Elisa Desco subito dietro. In lizza per un posto sul podio anche Holly Page (GBR), Oihana Azkorbebeitia (ESP), Elena Rukhlyada (RUS), Robyn Owen (RSA) e Hillary Gerardi (USA). Nelle fasi cruciali la “local” Elisa Desco ha provato l’affondo portandosi al comando, ma Avilés ha subito riguadagnato la testa della corsa vincendo in 3h52’40”. Secondo posto tra gli applausi per Desco -3h56’13”- e terza piazza per l’altra spagnola Gisela Carrion -3h58’51”-. Nelle top five anche Oihana Azkorbebeitia e la britannica Holly Page.

K17
Non solo coppa del mondo, Livigno ha regalato un percorso davvero adrenalinico anche agli atleti della K17 che nel primo tratto hanno ricalcato le orme dei campioni delle world series. Qui ad imporsi è stato il lecchese Lorenzo Beltrami in 1h44’00” sul ceco Ondrej Fejfar -1h45’46”- e il chiavennasco Michele Penone -1h48’37”-.
Nella gara in rosa super performance della sudafricana Meg Mackenzie che ha stravinto in 2h03’00”. Secondo posto per Cristina Giacomelli -2h15’01”-, mentre terza si è piazzata la fondista lettone Baiba Bendika in 2h17’42”.

NEXT STOP STRALIVIGNO
Nella mecca degli sport outdoor incastonata al centro delle Alpi l’estate delle corse è appena cominciata. Archiviata la Livigno Skymarathon i riflettori e l’energia verranno ora concentrati nella mitica Stralivigno, la mezza maratona giunta quest’anno alla 20ª edizione che avrà come sede di partenza e arrivo la nuovissima pista d’atletica.

Fonte press office sportdimontagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti