Limone Extreme – Skyrunner World Series Final 2013: Emelie Forsberg, Stevie Kremer & Silvia Serafini…In riva al Garda una poltrona per tre

Di GIANCARLO COSTA ,

Silvia Serafini (foto Torri)
Silvia Serafini (foto Torri)

Reduci da un’estate stellare che le ha viste eccellere nelle gare più dure e prestigiose dell’arco alpino, le tre stelle del Team Salomon stanno preparando la gara che vale la stagione. Sfogliando il ranking dello Skyrunner World Series 2013, infatti, la svedese Emelie Forsberg conduce in classifica generale con 288 punti. Ovvero solo 10 lunghezze di vantaggio sull’americana Stevie Kremer e 62 sull’italiana Silvia Serafini.

Date tali premesse la Limone Extreme sarà chiamata a decretare chi di loro potrà proclamarsi vera regina delle corse in montagna d’alta quota. Ad un mese dall’weekend dell’11-13 ottobre abbiamo incontrato queste tre fortissime ragazze.

1) Limone sul Garda: una località turistica con lago, tanti turisti, clima mite, montagne severe e un'organizzazione che sta lavorando per una finale da "fuochi d'artificio". Sei pronta per l'ultimo atto del circuito 2013?

2) Venerdì, il vertical in notturna molto spettacolare e domenica una vera skyrace di 20 km con salite muscolari, saliscendi tutti da spingere e un'ultima discesa molto tecnica.. Ti piace l'idea del vertical "by night" e, per la sky, pensi sia un tracciato che si addice alle tue caratteristiche?

3) Tre atlete, stesso team e stesse chance di chiudere sul gradino più alto del podio. Cosa servirà nella gara di Limone per spuntarla in classifica finale?

EMELIE:

1) Lo spero! La mia stagione è stata lunga e quando arriverò a Limone, sarò appena tornato dalla mia prima 100 km, corsa meno di 2 settimane prima .. Ma sono sicura che mi divertirò!

2) Sì, è bello, con una gara di sera! Non capita spesso, ma la ritengo una bella idea. Ho sentito dire che sarà molto tecnica e se ciò è vero, si adatta meglio alle mie caratteristiche. Vado meglio quando non si corre su un terreno pianeggiante!

3) la forza e la velocità!

STEVIE:

1) Non sono mai stato a Limone, anche se ho vissuto in Italia per un anno, quindi sono molto felice di vedere una nuova splendida zona d'Italia. Per quanto riguarda la competizione, non vedo ora di rivedere i miei compagni di squadra e di andare correre in montagna con loro. Per quanto riguarda l'aspetto gara, io sono nervosa perché sarà mi troverò a confrontarmi su un percorso difficile, contro atlete incredibili.

2) Non ho mai fatto una corsa verticale, ma penso che la renderà particolarmente eccitante il correrla di notte! Per quanto riguarda il tracciato tecnico… non mi entusiasma, ma con una nuova sfida è sempre divertente

3) Ogni giorno può essere diverso per una serie di motivi, alcuni dei quali non abbiamo alcun controllo sul nostro stato di forma e sul nostro rendimento. Spero solo di avere una buona giornata, mi sento in forma. Sono pronta e  fiduciosa (e non un buono a nulla) sul tecnico in discesa

SILVIA:

1) Certo! Quest'anno ho avuto un'ottima stagione, sto' bene e da ora in poi mi dedicherò alla preparazione della finale. Mi sento molto ottimista dopo il secondo posto a Zermatt a soli 3 minuti dalla Forsberg.

2) Il vertical by night sarà un'esperienza nuova per me, ed ha un certo fascino, speriamo solo di non farsi male. Per quanto riguarda la sky mi è stato detto che è molto dura e tecnica. Nell'ultimo anno sono migliorata abbastanza in questo versante e credo che potrò fare una buona gara. Naturalmente ci saranno le migliori al mondo quindi sarà molto difficile..

3) Servirà molta testa, grinta e tanta voglia di farcela!

Fonte Maurizio Torri sportdimontagna.com

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti